Konami conferma il folle evento segreto nascosto in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

armi-nucleari-mgsv.jpg

Non c’era alcun dubbio sul fatto che Hideo Kojima avesse nascosto un segreto impossibile (o quasi) da scoprire nella sua ultima creazione, Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, ma ora Konami ha vuotato il sacco e non ha soltanto confermato quello che tutti sapevamo già, ma anche spiegato come riuscire a sbloccare questo segreto, anche se l’impresa sembra davvero impossibile.

Kojima ha nascosto in MGSV il disarmo nucleare definitivo che richiederà la partecipazione dell’intera comunità di giocatori, chiamati a disarmare tutti i dispositivi nucleari presenti nell’universo multiplayer di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, davvero preziosi da quando è stata introdotta la modalità FOB.

Di fatto, quello che viene chiesto agli utenti è di disarmare tutti i dispositivi nucleare in loro possesso e di convincere gli altri a fare altrettanto - o farlo con la forza, invadendo le loro basi e distruggendo i dispositivi di chi si rifiuta di partecipare all’evento.

Lo scopo finale di questo evento segreto è portare il numero delle testate nucleari a zero in ogni server regionale. Ad oggi, secondo i dati diffusi da Konami, qualcuno ci sta già lavorando: se al 1 novembre le testate nucleari su PlayStation 4 e Xbox One erano rispettivamente 2761 e 525, al 25 novembre quei numeri sono scesi a 352 e 96, mentre quelle su PC sono passate da 36552 a 15691. Cifre ancora ben lontane dallo zero, ma ci si sta lentamente avvicinando.

Per partecipare all’evento occorre aver completato la missione 31 e non essere in possesso di armi nucleari. Se ne avete ancora qualcuna, correte a smantellarla.

Via | Konami

  • shares
  • Mail