Wonder Boy: The Dragon's Trap, ecco il video d'annuncio e i primi screenshot

DotEmu e LizardCube annunciano il remaster per PC e console current-gen dell'indimenticabile platform-adventure del 1989

Incuranti del lavoro portato avanti dagli autori francesi di Game Atelier con il progetto di Monster Boy and the Cursed Kingdom, i vertici del team parigino di LizardCube decidono di fare le cose per bene stringendo un accordo con i publisher di DotEmu per dare forma alla versione rimasterizzata di Wonder Boy: The Dragon's Trap, il terzo capitolo dell'indimenticabile serie platform-adventure di Wonder Boy.

Il progetto del "nuovo" The Dragon's Trap sarà curato direttamente da Ryuichi Nishizawa, l'autore del capolavoro originario pubblicato nell'89 su SEGA Master System: a lui, e ai membri dello staff di LizardCube capitanato da Omar Cornut (ex programmatore di Media Molecule e Q-Games) e Ben Fiquet (ex disegnatore di Dreamworks), spetterà il compito di riportare in auge questa storica proprietà intellettuale con una remaster capace di soddisfare le richieste dei fan di lungo corso e dei neofiti.

Gli scenari digitali di Wonder Boy: The Dragon's Trap saranno disegnati a mano, e stando a quanto è possibile ammirare nel trailer propostoci quest'oggi da LizardCube anche le animazioni di personaggi, creature e boss subiranno il medesimo trattamento. Nel corso della storia potremo acquisire elementi di equipaggiamento e armi sempre più rare che andranno ad aggiungersi alle nuove abilità di mutazione del protagonista (sei in tutto) necessarie per raggiungere aree della mappa altrimenti inaccessibili o per avere maggiori probabilità di successo contro i nemici più arcigni.

L'opera di rimasterizzazione operata dai LizardCube comprenderà anche "l'ammodernamento" dei brani strumentali della colonna sonora originaria da Shinichi Sakamoto, che verrà coinvolto nel processo di riarrangiamento diretto da Michael Geyre.

Wonder Boy: The Dragon's Trap dovrebbe approdare su PC, PlayStation 4 e Xbox One tra la fine di quest'anno e l'inizio del prossimo, con la possibilità di una conversione futura per Wii U (o Nintendo NX) e sistemi iOS e Android di ultima generazione qualora il progetto dovesse riscuotere il successo sperato dai suoi ideatori.

  • shares
  • Mail