The Division: immagini e video sullo Snowdrop Engine

Le potenzialità grafiche del nuovo sparatutto online di Ubisoft in una serie di immagini e di scene di gioco inedite

Volati a San Francisco per presenziare alla GDC 14, i boss degli studios svedesi di Ubisoft Massive hanno mostrato al pubblico dell’importante manifestazione videoludica californiana un nuovo video-diario di sviluppo di The Division dedicato esclusivamente allo Snowdrop Engine, il motore grafico utilizzato per plasmare l’universo digitale di questo atteso sparatutto multiplayer.

Sviluppato internamente per dare alla multinazionale francese gli strumenti tecnologici necessari per stare al passo coi tempi e dell’agguerrita concorrenza di Unity, di Electronic Arts (Frostbite 3), di Crytek (CryEngine) e di Epic Games (Unreal Engine 4), lo Snowdrop Engine viene descritto dagli Ubisoft Massive come un vero e proprio mostro di potenza e di semplicità di sviluppo, e a giudicare dalla bontà grafica, estetica e squisitamente ludica delle scene immortalate nel filmato di cui sopra non abbiamo motivo di dubitare delle loro entusiastiche dichiarazioni.

Nei diversi spezzoni inediti di gameplay di The Division osservabili nel video in apertura d’articolo, la natura esclusivamente next-gen di questo engine trova testimonianza nello straordinario livello di dettaglio raggiunto dagli artisti e dai designer svedesi per dare forma alle animazioni dei soldati a schermo, ai fotorealistici effetti particellari legati alle fonti d’illuminazione dinamica e ai singoli elementi architettonici che andranno a comporre i palazzi e l’arredo urbano della New York post-apocalittica in cui saremo immersi nelle sfide online di questo capolavoro annunciato.

Stando alle informazioni forniteci dalle alte sfere di Ubi, il lancio di Tom Clancy’s The Division dovrebbe avvenire a fine anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One. La complessità del progetto e le relative problematiche di sviluppo emerse in rete con le indiscrezioni trapelate in questi mesi, però, ci portano inevitabilmente a guardare alla prima metà del 2015 come al periodo più probabile per la commercializzazione di questo ambizioso titolo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Guarda la galleria: The Division: Snowdop Engine (20-03-2014)

Ti potrebbe interessare
The First Templar: copertina ufficiale e nuove immagini
Action Adventure Pc

The First Templar: copertina ufficiale e nuove immagini

I ragazzi della casa di sviluppo bulgara Haenimont Games tornano ad occupare le nostre pagine per mostrarci il boxart ufficiale di The First Templar e una nuova serie di immagini di gioco che, com’è normale che sia, vi giriamo per permettervi di farvi un’opinione più completa su questo intrigante action in terza persona fortemente orientato

Resident Evil 5: nuove immagini
Ps3 Screenshot Survival Horror

Resident Evil 5: nuove immagini

Capcom ha rilasciato nuove immagini di Resident Evil 5, atteso quinto capitolo della celebre serie survival horror in arrivo su PS3 e Xbox 360 durante il mese di marzo 2009.Dato che di recente le voci su una presunta versione PC del gioco si sono intensificate, non ci stupiremmo di vedere una versione del gioco anche

Tom Clancy’s H.A.W.X. in nuove immagini e dettagli
Pc Ps3 Screenshot

Tom Clancy’s H.A.W.X. in nuove immagini e dettagli

I ragazzi di Kotaku hanno potuto provare in anteprima Tom Clancy’s H.A.W.X., arcade di combattimenti aerei con cui Ubisoft vuole detronizzare Ace Combat 6.I redattori dicono di aver trovato molto convinceti le texture la ricostruzione satellitare dei territori. Sono inoltre trapelati i seguenti dettagli: Ubisoft sta investendo molti fondi sulla produzione del gioco Gli aerei

Cracking di Xbox Live: falso allarme?
Brevi Xbox 360

Cracking di Xbox Live: falso allarme?

Il sistema Xbox Live non è stato crackato. E’ questo quanto sostiene Microsoft, che dopo alcuni allarmi lanciati nei giorni scorsi riguardanti il servizio online per Xbox e il sito Bungie.net ha indagato sulle preseunte falle.Secondo alcune indiscrezioni, dei malintenzionati sarebbero riusciti a “bucare” il sistema ed impossessarsi di alcuni dati sensibili, fra cui numeri