Alan Wake: la proprietà del marchio torna a Remedy Entertainment

Remedy Entertainment, la casa di sviluppo finlandese guidata da Sam Lake, riacquisisce i diritti di sfruttamento sulla proprietà intellettuale di Alan Wake, la famosa serie di videogiochi horror thriller.

Nel corso della riunione con gli investitori organizzata per fare il punto sui risultati ottenuti dalla compagnia nel primo semestre del 2019, Remedy ha registrato circa 2,5 milioni di euro di guadagni sulle royalties dei videogiochi precedentemente rilasciati come entrate una tantum.

In funzione di questo importante risultato, i vertici di Remedy annunciano di essere ritornati in possesso del marchio di Alan Wake. A dispetto degli incredibili guadagni generati dai giochi attualmente disponibili, la società riferisce di voler continuare a investire nello sviluppo di nuovi progetti e proprietà intellettuali, garantendo così delle entrate costanti per i propri investitori. In futuro, quindi, potremmo vedere un ipotetico Alan Wake 2 su PC, PS4, Xbox One e, perchè no, Nintendo Switch, Google Stadia, PS5 e Xbox Scarlett.

Il primo gioco di questo nuovo corso sarà Control, l'avventura soprannaturale incentrata sulla lotta combattuta dall'agente Jesse Faden contro delle entità multidimensionali che minacciano di invadere New York.

  • shares
  • Mail