Everything Bad is Good for You!

Il libro di Steven Johnson lo tengo puntato da un po’, e attendo paziente una versione italiana (che visto il successo della versione americana di certo arriverà). La tesi di Johnson é semplice: videogames e serie tv abituano alla soluzione di problemi complessi a cui le generazioni precedenti non erano abituate. Il valore di queste cose é dato quindi dall’intreccio degli eventi narrati, più che dagli eventi stessi.

In particolare, i videogames sarebbero come gli scacchi, dove l’importante non é la trama, che negli scacchi é la rappresentazione di uno scontro armato tra due eserciti; ma lo svolgimento dello scontro stesso.

Chiamatela anche autoassoluzione di due-tre generazioni, se volete. A me il discorso interessa moltissimo e mi procurerò il libro al più presto, in un modo o nell’altro.


  • La recensione di Wired

  • Le recensioni del libro su MetaCritic
    • shares
    • Mail