Angry Birds usato dalla NSA per raccogliere i dati personali degli utenti?

Ecco le ultime rivelazioni nello scandalo Datagate, diffuse dal Guardian e New York Times dopo l’acquisizione di nuovi documenti top-secret.

Nuovo capitolo dello scandalo Datagate che stavolta ci riguarda ancora più da vicino rispetto al passato. Secondo quanto riferisce oggi The Guardian, citando i documenti rilasciati da Edward Snowden, l’ex tecnico della CIA che ha dato l’avvio a tutto, gli Stati Uniti avrebbero sfruttato Angry Birds e altri popolari giochi per smartphone e tablet per raccogliere i dati degli utenti.

Secondo i documenti, la NSA, l’Agenzia per la Sicurezza USA, e la sua controparte inglese, GCHQ, avrebbero segretamente preso di mira i giochi e le app per iOS e Android definite “leaky”, quelle che trasmettono i dati dai dispositivi ai server online di sviluppatori o pubblicitari, raccogliendo di fatto quei dati nel processo di trasferimento.

Si parla di dati generici e non, dal modello del telefono al codice identificativo dello stesso, passando per dati più sensibili come età dell’utente, genere, luogo di provenienza, indirizzo email, indirizzo IP, nome utente e password.

Rovio, tirato in ballo dal documento, ha negato di essere a conoscenza di uno comportamento simile da parte delle agenzie citate e pertanto prende le distanze da queste rivelazioni. Angry Birds non sarebbe l’unica applicazione utilizzata a questo scopo, ma col suo miliardo di download rappresenta l’esempio più chiaro di quanto sarebbe accaduto.

I documenti in possesso del Guardian parlano di un comportamento diffuso, ma non specificano quante informazioni possono essere estrapolate da una singola applicazione, né quanti utenti siano stati coinvolti.

La NSA ha sempre chiarito che gli obiettivi sono sempre e solo “cittadini stranieri” e che tale comportamento viene adottato solo in caso di motivi di intelligenze, ma delineare dei confini chiari sembra impossibile e documenti diffusi in precedenza hanno smentito in maniera piuttosto evidente tali affermazioni.

Dove sta la verità? Al momento possiamo soltanto decidere di fidarci delle agenzie governative o dei leak resi possibili da Edward Snowden e regolarci di conseguenza.

Via | The Guardian

Ti potrebbe interessare
Two Worlds II: svelata la mappa di gioco
Mac Os Pc Ps3

Two Worlds II: svelata la mappa di gioco

Dalle pagine di un fansite dedicato all’universo videoludico di Two Worlds, i ragazzi della casa di sviluppo polacca Reality Pump hanno pubblicato l’enorme mappa di gioco del secondo capitolo della loro saga ruolistica realizzata in collaborazione con SouthPeak e TopWare Interactive.L’immagine in questione, che potrete osservare dopo la pausa, mostra infatti la gigantesca regione insulare

Call of Duty: Black Ops – il lanciafiamme debutta in video
First Person Shooter Pc Ps3

Call of Duty: Black Ops – il lanciafiamme debutta in video

Dopo averlo utilizzato per illuminare i cieli virtuali dell’atollo di Makin e dell’isola di Pelieliu in World at War, i ragazzi di Treyarch tornano a rabboccare il serbatoio del lanciafiamme per passarcelo in vista degli aspri scontri che avverranno alla commercializzazione di Call of Duty: Black Ops.Nel video raggiungibile dopo la pausa, infatti, è possibile

Darksiders: 5 nuovi filmati di gioco commentati dagli sviluppatori
Action Ps3 RPG

Darksiders: 5 nuovi filmati di gioco commentati dagli sviluppatori

Dopo essersi presentato in grande stile all’E3 di Los Angeles e mediante filmati e immagini rilasciati nell’arco dell’ultimo mese, THQ ci propone oggi cinque nuovi video di Darksiders che ritraggono sessioni di gioco commentate direttamente dagli sviluppatori.Darksiders, per chi non lo sapesse, è un action game con forti contaminazioni da RPG in cui il giocatore

Niente StarForce in SpellForce 2
Adventure Brevi Demo

Niente StarForce in SpellForce 2

In risposta ad alcune reazioni negative a seguito dell’inclusione di StarForce nella demo di SpellForce 2, Aspyr ha rilasciato una dichiarazione in cui si chiarisce che, anche se il demo è protetto da StarForce, il rilascio nordamericano del gioco comprenderà un’altra forma di protezione: Aspyr Media è responsabile della pubblicazione del rilascio nordamericano di Spellforce