I videogiochi aiutano i sogni lucidi e proteggono dagli incubi

Protezione dagli incubi e abilità di manipolazione dei sogni: sarebbero questi gli effetti dei videogiochi.

Siete videogiocatori assidui, al punto da definirvi hardcore? Sappiate che avete maggiori probabilità di prendere coscienza delle vostre fantasie notturne, dando così vita a quelli che vengono definiti sogni lucidi. Lo suggerisce la ricercatrice Jayne Gackenbach, intervistata da The Verge a proposito dell’argomento.

La Gackenbach, psicologa della Grant MacEwan University in Canada, si occupa infatti di studiare il modo in cui i giochi possono avere effetti sui sogni: in primis, durante la notte i videogiocatori hanno dimostrato di avere fantasie più stravaganti, riflettendo questo fenomeno in una maggiore creatività anche da svegli.

Ma come dicevamo, non si ferma qui, perché i giocatori sono in grado di sognare come se fossero in possesso di Oculus Rift:

“I giocatori sanno già cosa vuol dire controllare una realtà virtuale. Quindi ha senso che un giocatore si accorga di ciò e dica ‘Hey, sono in un sogno!’, sapendo anche come manipolare la situazione.”

Secondo la ricercatrice, i videogiochi aiuterebbero anche a difendersi dagli incubi:

“Almeno per i giocatori maschi, il gioco sembra essere protettivo contro gli incubi. Questo può essere ampiamente visto come una cosa positiva, la minaccia ti sconvolge di meno e non ti sveglia… forse i giochi possono rimuovere il ‘bisogno’ di incubi e le sensazioni di minaccia che vengono da essi.”

Alzi la mano chi non ha mai sognato di essere nel bel mezzo di un’apocalisse zombie, divertendocisi pure.

Via | Polygon.com

Ti potrebbe interessare
DMC – Devil May Cry: carrellata di concept art
Action Ps3 Screenshot

DMC – Devil May Cry: carrellata di concept art

I Ninja Theory ci mostrano una serie di bellissimi concept art per il nuovo DMC – Devil May Cry. Da sempre noti per una particolare cura dell’aspetto artistico (vedi il bellissimo Heavenly Sword), gli sviluppatori sembrano non essere intenzionati a deludere nemmeno questa volta. Ricordiamo che si tratta del “reboot” della serie Devil May Cry,