Call of Duty: Black Ops 4 – l’Operazione Zero Assoluto si lancia in video

Activision e Treyarch annunciano la nuova stagione di contenuti di Black Ops 4, l’Operazione Zero Assoluto

Activision e Treyarch annunciano l’Operazione Zero Assoluto, la nuova stagione di contenuti di Call of Duty: Black Ops 4 disponibile a partire da oggi, 11 dicembre, per tutti i giocatori PS4 e dal 18 dicembre su PC e Xbox One. Nuovi contenuti per tutte le modalità del gioco, tra cui:

Una nuova Specialista – I giocatori possono riprogrammare il flusso del combattimento con Zero, una nuova Specialista che può essere utilizzata nelle modalità Multigiocatore e Blackout. Zero può distruggere e distrarre i nemici con potenti strumenti di hacking in modalità Multigiocatore, cambiando il corso della battaglia in momenti cruciali. I giocatori possono sbloccare Zero completando il livello 1 nel rinnovato Mercato Nero e iniziare subito a provare le sue nuove attrezzature e abilità.

Nuova ambientazione e aggiornamenti per Blackout – Hijacked è la nuova destinazione di Blackout, ispirata all’intensa mappa classica multigiocatore di Black Ops II. I fan possono saccheggiare lo yacht di lusso per prepararsi a uno scontro a fuoco e combattere gli avversari verso il cerchio finale. Inoltre, i giocatori possono salire su un nuovo veicolo corazzato chiamato ARAV una volta tornati sulla terraferma.

Guarda la galleria: Call of Duty: Black Ops 4 – immagini del multiplayer Call of Duty: Black Ops 4 – Activision celebra il record di vendite digitali

Nuovi aggiornamenti per Zombi – Nuovi elementi per Zombi, incluse le Chiamate Giornaliere, che rappresentano nuove sfide di gioco che ricompensano i giocatori di Zombi con PE bonus e Nebulium Plasma al completamento. I fan potranno controllare le barricate Zombi per ogni nuova sfida di ogni giorno per massimizzare i loro guadagni, salire di livello più velocemente e creare ancora più Elisir e Talismani per la loro prossima corsa da record.

Mercato Nero rinnovato e nuovi equipaggiamenti – Operazione Zero Assoluto porta un Mercato Nero rinnovato che consente ai giocatori di guadagnare oggetti in modi ottimizzati. Inoltre, saranno aggiunti alle armi un nuovo potente fucile d’assalto e una mitraglietta SMG, che si possono acquistare attraverso il Contrabbando semplicemente giocando. Inoltre, i fan possono collezionare nuove uniformi tattiche, accessori per la personalizzazione, nuovi personaggi da utilizzare in Blackout e speciali armi da mischia impacchettate come regali – giusto in tempo per le festività.

Nuovo evento festivo – Dopo Operazione Zero Assoluto, le vacanze arriveranno in Blackout con oggetti stagionali a tema, che si possono guadagnare come bottino, e palle di neve da poter lanciare in Blackout che consentono ai giocatori di organizzare un attacco festivo ai loro nemici.

Ti potrebbe interessare
[GC 09] Crysis 2: la nuova Nanotuta in video
First Person Shooter Pc Ps3

[GC 09] Crysis 2: la nuova Nanotuta in video

Crysis 2: la nuova Nanotuta in video” />Chi ha seguito assieme a noi la diretta della conferenza stampa di Electronic Arts organizzata per l’edizione 2009 del GamesCom, ed è uno strenuo appassionato di sparatutto in prima persona, ricorda certamente il momento in cui Jens Uwe Intat, General Manager EA per le relazioni pubbliche in Europa,

inFamous: annunciata la data inglese
Action Data di uscita Ps3

inFamous: annunciata la data inglese

Secondo quanto riportato sulle pagine di Videogaming247, Sony avrebbe confermato oggi la data d’uscita ufficiale di inFamous in Gran Bretagna.Il gioco d’azione in esclusiva per console PlayStation 3 sarà disponibile sugli scaffali dei negozi inglesi il 29 maggio. Che sia questo l’annuncio elettrizzante che Sony doveva rilasciare quest’oggi… o dobbiamo fidarci dello scoop di Kotaku

Call of Duty 3
First Person Shooter Screenshot Varie

Call of Duty 3

Sono spuntate online le prime immagini di Call of Duty 3, previsto per le principali console e realizzato da Treyarch. Quella che vedete è l’unica che siamo riusciti a recuperare, visto che Activision ha chiesto al sito che le aveva pubblicate di rimuoverle. La brutta notizia è che – almeno per il momento – non