Nintendo risponde alle critiche su Wii U: “Non ci interessano Sony e Microsoft”

Una risposta chiara e forte, quella di Nintendo, a tutti coloro che hanno criticato Wii U: il bersaglio? Sony e Microsoft

La risposta di Nintendo alle polemiche su Nintendo Wii U è arrivata via CNN e sicuramente farà discutere, perché ad essere tirate in ballo sono state, seppur indirettamente, Sony e Microsoft, il cui futuro, intanto, tutto sembra fuorché a rischio: la prima in particolare, infatti, è stata in grado di non sbagliare neanche un colpo con PlayStation 4 e di rassicurare i consumatori su questioni che stanno facendo preoccupare non poco, invece, i possibili acquirenti di Xbox One.

Ciò che colpisce di Nintendo è sicuramente la determinazione: il prodotto confezionato dal team – stando alle parole di Satoru Iwata – è perfetto, anche se ha bisogno di essere meglio pubblicizzato e portato, di conseguenza, nelle case di tutti i gamer. Non c’è preoccupazione, nessun allarmismo (com’è ovvio che sia), ma solo sicurezza (atteggiamento che dipende essenzialmente da una strategia che Iwata ha definito “diversa”, rispetto a quella dei competitor). Vediamo nei dettagli il discorso:

“Il software produce le vendite di hardware – ha così esordito il boss della Grande N -. Il numero di vendite di Wii U e il numero di coloro che sono attratti dal nostro hardware è destinato ad aumentare. La conoscenza e la comprensione del sistema si espanderà con il passare del tempo. Non ci curiamo di ciò che gli altri propongono. Il nostro obiettivo primario è quello di pensare e realizzare cose che gli hardware degli altri non possono fare. I nostri giocatori usufruiranno di esperienze di gioco esclusive, disponibili solo su piattaforma Nintendo. Quelli che hanno acquistato Wii U hanno già capito il suo valore. Il sistema è incredibilmente comodo da usare in salotto, e le persone dovrebbero provarla con le proprie mani per capire quanto vale e cosa può dare. Il nocciolo della questione però, è che Wii U deve ancora dimostrare il suo potenziale”.

L’inizio della console war è vicino e non osiamo neanche immaginare cosa succederà. Quali sono i vostri pronostici? Credete che Nintendo possa davvero recuperare, con una PS4 così forte e una Xbox One abbastanza in forma?

Ti potrebbe interessare
Haze a marzo?
First Person Shooter Ps3

Haze a marzo?

Si diceva che lo sparatutto in prima persona Haze, diventato esclusiva temporale PlayStation 3, sarebbe stato rinviato di circa tre mesi dalla data originaria di novembre 2007. La previsione sembra in fase di conferma, perché in molti listini di negozi americani il gioco dei Free Radical è segnalato per il prossimo 18 marzo. Se questa