Limbo: annunciata la versione per PS Vita

Un fugace annuncio di Playdead rivela l’arrivo di Limbo su piattaforma PS Vita

Limbo, l’acclamato gioco indie sviluppato da Playdead esordito nel 2010 come esclusiva Xbox Live Arcade, approderà presto anche su PlayStation Vita.

A dichiararlo sono i ragazzi di IGN con breve articolo, dopo aver ricevuto la notizia direttamente dagli sviluppatori del gioco. Null’altro è stato aggiunto, se non il ricordare quanto il titolo abbia fatto al felicità di molti videogiocatori.

Per chi non lo conoscesse, Limbo è un platform game basato sulla risoluzione di originali enigmi in un ambiente 2D dalla atmosfere lugubri. Scopo del protagonista è quello di recuperare la sorella, percorrendo numerosi scenari ricchi di pericolose trappole. La semplicità di gameplay unita al particolare stile tenebroso adottato per la grafica del gioco hanno fatto di Limbo uno dei migliori titoli indipendenti degli ultimi anni, facendo approdare il gioco dopo il debutto su Xbox 360 anche su PC, PS3, Mac e Linux.

Per quanto riguarda al versione PS Vita, non rimane che attendere ulteriori informazioni.

Ti potrebbe interessare
Bethesda si prepara all’annuncio di Elder Scrolls V per questo E3?
Varie

Bethesda si prepara all’annuncio di Elder Scrolls V per questo E3?

Come una bomba dalla miccia accesa rimbalza in queste ore una voce davvero sorprendente. Stando alle supposizioni, seppur fondate, del sito Abastact360, è del tutto lecito ipotizzare che durante l’imminente E3 possa essere annunciato addirittura Elder Scrolls V. Come tutti sanno, l’atteso quinto capitolo della serie non figura nella lista dei titoli che Bethesda presenterà

Alan Wake: perchè solo su X360? Ce lo spiega Remedy
Action Adventure Pc

Alan Wake: perchè solo su X360? Ce lo spiega Remedy

Le dichiarazioni rilasciate a caldo da Microsoft subito dopo l’annuncio della cancellazione della versione PC di Alan Wake hanno lasciato con l’amaro in bocca tutti gli utenti della piattaforma utilizzata sin da subito dai ragazzi di Remedy per mostrare il loro thriller psicologico al grande pubblico (indimenticabile è ad esempio “l’accostamento pubblicitario” con le librerie