The Elder Scrolls Online: aperte le iscrizioni alla beta – nuovo video in cinematica

I ragazzi di Bethesda Softworks e gli sviluppatori del team interno di ZeniMax Online bagnano l’annuncio dell’aperture delle iscrizioni alla fase di beta test a numero chiuso di The Elder Scrolls Online con uno splendido video in cinematica realizzato per catturare le atmosfere di quello che, dato il prestigio della saga, può essere considerato come il più atteso MMORPG del 2013.

I ragazzi di Bethesda Softworks e gli sviluppatori del team interno di ZeniMax Online bagnano l’annuncio dell’aperture delle iscrizioni alla fase di beta test a numero chiuso di The Elder Scrolls Online con uno splendido video in cinematica realizzato per catturare le atmosfere di quello che, dato il prestigio della saga, può essere considerato come il più atteso MMORPG del 2013.

Per poter avere la possibilità di partecipare alla primissima fase di testing di TESO, gli interessati non hanno che da registrarsi sul sito ufficiale e aspettare che Bethesda fissi la data in cui, finalmente, si avrà la possibilità di tastare il terreno digitale del continente di Tamriel. Stando alle parole pronunciate dal direttore Matt Firor, chi si iscriverà potrà così accedere alla beta “in anticipo”: una dichiarazione, quest’ultima, che lascia velatamente intendere che in futuro è previsto il lancio di una beta pubblica, o comunque di una fase di testing aperta a un maggior numero di persone.

The Elder Scrolls Online: galleria immagini


The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini

Pur con tutte le limitazioni del caso dovute allo sviluppo in divenire del progetto, la beta di The Elder Scrolls Online sarà comunque un importante banco di prova per le meccaniche di gioco rielaborate dai ragazzi di Bethesda sulla scorta del lavoro svolto in questi anni con i capitoli singleplayer. Non meno “interessante” è poi il discorso relativo alla tecnologia Megaserver adottata dagli sviluppatori per fare in modo che tutti i giocatori di una macro-area (che sia geografica, come l’Europa, o linguistica, come l’inglese) si connettano a un unico server in modo tale da garantire agli utenti la “densità di popolazione” necessaria per dare vita a quelle dinamiche che tanto piacciono agli amanti degli MMO (dalle guerre tra clan alla creazione delle gilde, la lista di attività possibili è davvero lunga).

Sperando quindi di poter fissare al più presto la data di lancio della beta, ricordiamo a chi ci segue che The Elder Scrolls Online sarà disponibile nella seconda metà del 2013 su PC e Mac OS X.

Ti potrebbe interessare
[E3 2010] Kane & Lynch 2: Dog Days – nuovo trailer
Action Pc Ps3

[E3 2010] Kane & Lynch 2: Dog Days – nuovo trailer

Quei bravi ragazzi di Kane e Lynch tornano a giocare a nascondino con le guardie di Shanghai in un nuovo filmato di gioco di Dog Days, il secondo capitolo della saga in sviluppo presso gli studi danesi di IO Interactive per conto di Eidos. Situato cronologicamente a pochi mesi di distanza dal predecessore, Dog Days

Guitar Rising: il “Guitar Hero” con la chitarra vera
Senza categoria

Guitar Rising: il “Guitar Hero” con la chitarra vera

Giocare ai recenti musicali come Guitar Hero e Rock Band è certo divertente, ma con Guitar Rising si porta il concetto su un piano totalmente diverso: il controller altro non è che una chitarra vera. Guitar Rising, in sviluppo da diversi mesi negli studi GameTank, è infatti un prodotto a metà[…]

Diablo III: per Blizzard la versione console “è possibile”
Action Mac Os Pc

Diablo III: per Blizzard la versione console “è possibile”

Dopo le affermazioni dei giorni scorsi di un impiegato Vivendi sulla possibile pubblicazione di Diablo III anche su console, l’argomento torna nuovamente alla ribalta, segno che evidentemente aumma aumma qualcosa bolle in pentola. A parlarne è Rob Pardo di Blizzard, che nella preview del gioco pubblicata da Eurogamer afferma come teoricamente possibile la conversione dell’attesissimo

Contenuti aggiuntivi differenti per le due versioni di Mass Effect?
Pc RPG Xbox 360

Contenuti aggiuntivi differenti per le due versioni di Mass Effect?

Secondo quanto dichiarato da Matt Atwood di BioWare in un’intervista rilasciata ad Eurogamer, le versioni PC ed Xbox 360 di Mass Effect potrebbero avere alcune differenze nei contenuti aggiuntivi disponibili via Internet. Atwood ha risposto alle numerose domande poste dagli appassionati al team di sviluppo sul possibile porting di Bring Down the Sky su PC,