Xbox Live: in arrivo un sistema per cambiare velocemente la regione del proprio account

Xbox Live: in arrivo un sistema per cambiare velocemente la regione del proprio account.

Secondo quanto riportato da Neowin, Microsoft starebbe facendo i primi test su un nuovo strumento che permetterebbe di migrare il proprio account Xbox Live da una regione territoriale a un’altra in modo nettamente più veloce e facile.

Allo stato attuale delle cose, fare la migrazione di un account da una regione all’altra è un processo oltremodo laborioso e pieno di “burocrazia”, che può richiedere fino a un mese di tempo (!). Secondo la fonte il nuovo sistema ideato da Microsoft permetterà la migrazione in pochi click, completando il processo in una manciata di minuti.

Lo strumento potrà venire utilizzato una volta ogni tre mesi ed effettuerà la migrazione di Gamertag, obiettivi sbloccati, punti Microsoft e tempo residuo dell’eventuale abbonamento a Xbox Live Gold. Ci saranno però alcune cose impossibili da trasferire, come contenuti esclusivi per una determinata area geografica o materiale promozionale. Anche l’abbonamento a Xbox Music non potrà essere trasferito.

Certamente cambiare area geografica del proprio account Xbox Live non è una cosa da tutti i giorni (a me ad esempio non è mai servito), ma fa piacere sapere che il processo è stato fortemente snellito e presto non richiederà più di fare salti mortali fra moduli, burocrazia e tempi di attesa.

Ti potrebbe interessare
Nuove immagini di El Shaddai: Ascension of the Metatron
Action Ps3 Screenshot

Nuove immagini di El Shaddai: Ascension of the Metatron

Arrivano nuove immagini di El Shaddai: Ascension of the Metatron, bizzarro titolo che seguirà il viaggio di Enoch verso la cima della torre di Babele, fra paesaggi surreali e ambientazioni da favola. Già in passato avevamo apprezzato lo stile grafico visionario di questo titolo e i nuovi scatti non fanno che confermare la particolarità del

Nintendo: nessun taglio di prezzo per Wii
Hardware

Nintendo: nessun taglio di prezzo per Wii

In seguito alla notizia diffusa da Koya Tabata, analista di Credit Suisse, secondo la quale il prezzo di produzione di Nintendo Wii sarebbe attualmente calato del 45%, la grande N ha commentato il presunto calo dei propri costi affermando che in primis di non voler rispondere a pure speculazioni e in secondo luogo ribadendo di