Call of Duty: Black Ops 2 – video sullo “zombie bus”

Black Ops 2: per ricordarci dell’imminente minaccia zombie, Activision pubblica un nuovo video ad hoc.

Dopo l’apposita serie di immagini, ecco che gli zombie di Call of Duty: Black Ops 2 tornano protagonisti con questo video “Don’t Miss the Zombie Bus” (non perdete l’autobus degli zombie).

Ricordiamo che, in estrema controtendenza, il capitolo per PlayStation Vita Black Ops: Declassified non conterrà invece zombie in alcuna forma.

Call of Duty: Black Ops II è previsto per il 13 novembre su PC, X360 e PS3 e per il 30 dello stesso mese su Wii U.

Ti potrebbe interessare
Gran Turismo 5: Kazunori Yamauchi intervistato da Top Gear – da leggere!
Guida Ps3

Gran Turismo 5: Kazunori Yamauchi intervistato da Top Gear – da leggere!

La redazione del celebre programma TV britannico Top Gear ha intervistato Kazunori Yamauchi, il papà di Gran Turismo. Abbiamo deciso di tradurre l‘intervista completa per il piacere dei nostri lettori. Gli argomenti spaziano dalla vita personale di Yamauchi-san a Gran Turismo 5, e viene confermato che nel gioco comparirà la stessa pista di Top Gear!

L’introduzione di Wrath of the Lich King verrà mostrata a Lipsia
Brevi MMO Pc

L’introduzione di Wrath of the Lich King verrà mostrata a Lipsia

Blizzard ha fatto sapere che durante l’imminente Game Convention di Lipsia mostrerà per la prima volta al pubblico il filmato introduttivo di Wrath of the Lich King, seconda espansione del MMORPG dei record World of Warcraft. L’evento è fissato per giovedì 21 alle ore 13:00 in punto: non ci resta che restare sintonizzati sul web

Censurata una pubblicità di Stranglehold in UK
Action Brevi Pc

Censurata una pubblicità di Stranglehold in UK

Una pubblicità TV di Stranglehold è stata censurata e vietata per le messa in onda nel Regno Unito. L’ente britannico che controlla la pubblicità ha giustificato l’azione dicendo che lo spot dellosparatutto midway “incoraggia e perdona la violenza”. Pare che tutto sia scaturito da 2 (DUE) lamentele da parte di genitori preoccupati. Nell’occhio del ciclone