QR code per la pagina originale

Divinity: Original Sin 2 – Definitive Edition – immagini e dettagli sulla rinnovata Arena

La nuova edizione per PC e console di Divinity: Original Sin 2 proporrà una modalità Arena con tantissimi contenuti inediti

,

Guarda la galleria: Divinity: Original Sin 2 – Definitive Edition – modalità Arena

Manca un mese all’uscita di Divinity: Original Sin 2 – Definitive Edition e gli studi Larian svelano una delle principali innovazioni che accompagneranno l’uscita su PC e console del loro iconico GDR a turni, ossia la “versione 2.0” della modalità Arena.

Stando a quanto illustrato dagli studi Larian, la nuova Arena proporrà sfide e attività ancora più interessanti agli appassionati del genere che vorranno mettersi alla prova nelle mappe multiplayer di questa modalità parallela e complementare alla campagna principale. Nella nuova Arena troverà infatti spazio un modulo con sfide per giocatore singolo, un’esperienza multiplayer online PvP e un’originale modalità Hot Seat con scambio del controller. I personaggi interpretabili saranno 16, ciascuno contraddistinto da uno specifico set di abilità e capacità da affinare.

Divinity: Original Sin 2 – la Definitive Edition esce a fine agosto su Xbox One e PS4

Tra le novità più interessanti dell’Arena 2.0 figureranno anche i Mutatori, degli speciali set di regole che trasformeranno plasticamente l’esperienza di gioco e l’azione all’interno delle singole partite con la modifica dinamica dei parametri e le regole di ingaggio tra un round e l’altro. Le sfide dell’Arena verranno suddivise equamente tra le modalità Deathmatch e Kill of the King, con attività e missioni da affrontare all’interno di ben 13 mappe, 5 in più delle ambientazioni presenti nell’edizione originaria.

La rinnovata modalità Arena sarà disponibile sin dal lancio di Divinity: Original Sin 2 – Definitive Edition, prevista qui da noi per il prossimo 31 agosto su PC, PlayStation 4 e Xbox One. In aggiunta alla modalità Arena, il titolo proporrà una storia da oltre 50 ore e delle missioni secondarie dalla longevità ancora superiore, con tantissimi personaggi interpretabili, un editor di eroi, 200 magie e tecniche all’arma bianca sbloccabili tra 12 scuole di combattimento, un inventario completamente riorganizzato e controlli rimappati per adattarsi al meglio al layout di tasti dei controller delle console Sony e Microsoft.

Video:Dragon Ball Z Kakarot: video del Tokyo Game Show 2019