Sam Raimi ha abbandonato il film di World of Warcraft

Il regista Sam Raimi non girerà il film di World of Warcraft: lo ha rivelato lui stesso durante il recente Comic-Con di San Diego.


Niente film di World of Warcraft per Sam Raimi: chi sperava di vedere il progetto cinematografico nelle mani del regista della prima trilogia dedicata a Spiderman rimarrà probabilmente deluso, ma purtroppo così stanno le cose.

Lo ha rivelato lo stesso Raimi, parlando del suo nuovo Il Grande e Potente Oz per il quale avrebbe dovuto abbandonare proprio World of Warcraft. Ecco infatti come ha risposto il regista a una recente intervista al Comic-Con sullo stato del progetto sul gioco di ruolo Blizzard:

“In realtà, non sono più io a girare ‘World of Warcraft perché quando accettai di lavorare a ‘Oz’, dovevano scegliere un altro regista. Avevano bisogno che il progetto partisse.”

La domanda a questo punto riguarda chi ci sarà a sostituire Sam Raimi, visto che del film di World of Warcraft, nonostante una notizia così importante, non si è parlato per un bel po’. Non ci sono stati annunci in merito da Blizzard, né da quello che sarà il nuovo regista della pellicola: di certo la perdita di Raimi può essere vista al momento come piuttosto grave, per un progetto che avrebbe potuto vedere in lui una sorta di garanzia di qualità. Staremo a vedere.

Via | Screenrant.com

Ti potrebbe interessare
Black Mirror 2 in nuove immagini
Adventure Pc Screenshot

Black Mirror 2 in nuove immagini

Agli appassionati di avventure grafiche il titolo The Black Mirror ricorderà sicuramente uno dei giochi di questo genere più apprezzati degli ultimi anni, per la precisione uscito su PC durante il 2004. Gli sviluppatori cechi di Future Games stanno per tornare alla carica con il seguito Black Mirror 2, in arrivo a breve durante il

UFC 2009: Undisputed – la recensione
Picchiaduro Ps3 Sport

UFC 2009: Undisputed – la recensione

La lunga meditazione all’interno degli spogliatoi, la scelta del pantaloncino portafortuna, l’ingresso nell’octagon tra migliaia di supporter pronti a sgolarsi pur di vederti vincere, lo sguardo minaccioso ed impenetrabile dell’avversario che ti attende dall’altra parte del ring: calci, pugni, sudore, sangue e lividi.Tentando di portare lo spirito agonistico e le emozioni scaturite da un qualsiasi