Non è mai troppo presto per imparare a giocare su PC

Un bambino di nove mesi impegnato di fronte a Kingdoms of Amalur: Reckoning ci offre l’occasione di scavare nei nostri ricordi.

Sarà forse l’effetto di Kingdoms of Amalur: Reckoning e dei suoi colori, ma il video qui sopra ci dimostra una verità a questo punto innegabile: che non è mai troppo presto per imparare a giocare su PC. La preziosa testimonianza arriva da uno degli editor di Kotaku, che ha appunto messo il suo figlio di nove mesi davanti al PC alle prese col gioco di ruolo uscito poco tempo fa.

L’infante riesce a muovere il personaggio e addirittura l’inquadratura, dimostrandosi anche infastidito quando disturbato nel corso della sua impegnativa sessione di PC gaming. Scherzi a parte, ne approfitterei per fare un divertente gioco tra tutti noi: qual è il vostro primissimo ricordo della vostra carriera di videogiocatore? Il mio è abbastanza sbiadito (sigh, la vecchiaia!), e riguarda una partita a Pong (o un suo simile) con mio padre.

Ti potrebbe interessare
Aliens: Colonial Marines – il lato action della trama in un nuovo video di gioco
First Person Shooter Pc Ps3

Aliens: Colonial Marines – il lato action della trama in un nuovo video di gioco

Dopo averci fatto fare un giretto tra i viscidi alveari degli Xenomorfi attraverso l’ultima serie di sfondi per il desktop di Aliens: Colonial Marines, i ragazzi di Gearbox Software ritornano a bordo della U.S.S.C. Sulaco per mostrarci la loro ultima avventura fantascientifica dal punto di vista dei soldati che, armati fino ai denti, dovranno vedersela con le creature più spaventose che la razza umana abbia mai incontrato da quando, ricoperta di peli come boscaioli canadesi, scheggiava la selce nella savana della Rift Valley.