Star Wars: The Old Republic – immagini e video sui combattimenti spaziali

Star Wars: The Old Republic – l’azione “spaziale” in immagini e video

Finalmente è uscito Star Wars: The Old Republic, quindi perchè non festeggiare l’atteso evento con una sana dose di combattimenti spaziali?

Realizzati in queste ore da chi è miracolosamente riuscito ad entrare nei sovraffollati server di BioWare, i filmati che troverete subito dopo il salto sono dedicati alle apposite battaglie escogitate dagli sviluppatori nell’orbita dei pianeti più importanti per ampliare le possibilità del gameplay: semplici ma tremendamente efficaci per variare l’esperienza di gioco, queste sessioni “su binari” rappresentano un piccolo grande omaggio a Rebel Assault, storico sparatutto spaziale del ’93 con cui sono cresciute intere generazioni di videogiocatori.

Star Wars: The Old Republic è disponibile dal 20 dicembre su PC e, una volta acquistato, può essere giocato gratuitamente per 30 giorni. Concluso questo periodo, chi vorrà proseguire la via dei Jedi o dei Sith dovrà sottoscrivere un abbonamento mensile (12,99€), trimestrale (35,97€) o semestrale (65,94€).

Star Wars: The Old Republic – galleria immagini

Guarda la galleria: Star Wars: The Old Republic

Guarda la galleria: Star Wars: The Old Republic

Ti potrebbe interessare
Shadow Complex in immagini e video
Platform Screenshot Sparatutto

Shadow Complex in immagini e video

A pochi giorni di distanza dall’ultimo video di gioco rilasciato da Epic Games e riguardante Shadow Complex, l’atipico sparatutto realizzato dalla combriccola capitanata da Cliff Bleszinski continua a mostrarsi attraverso l’ennesima sequenza filmata, condita questa volta da una piccola ma agguerrita schiera di immagini.Realizzato sulla base dei più classici sparatutto a scorrimento laterale attraverso la

Fracture – Lucasart si dà alle demolizioni
Senza categoria

Fracture – Lucasart si dà alle demolizioni

Mi scrive Edgar chiedendomi perchè non abbiamo ancora parlato di Fracture, il nuovo gioco di Lucasart per Ps3 e Xbox 360 (estate 2008, dicono) che promette ambienti se non completamente demolibili, almeno mooolto demolibili. Confesso di non essere particolarmente impressionato: ho bruttissimi[…]