Paura e delirio: Valve acquisita da Electronic Arts?



Nella girandola di acquisizioni che ha sconvolto il mondo videoludico negli ultimi mesi, forse nessuno si aspettava che Valve, probabilmente la software house indipendente più di successo nella storia, aprisse una porta a un'eventuale acquisizione da parte di Electronic Arts.

E invece così è stato: il vice presidente Doug Lombardi ha ufficialmente dichiarato che sarebbe "felice di intavolare una discussione" a riguardo, sebbene l'azienda stia andando più che bene.

La collaborazione di Valve con EA per Left 4 Dead ha probabilmente fatto intravedere le potenzialità che un colosso come quello di John Riccitello possono offrire, soprattutto in termini di marketing, distribuzione e pubblicizzazione dei prodotti.

«Siamo stati abituati a fare così tante cose per conto nostro, dalla creazione delle confezioni al finanziamento dello sviluppo, ma con questo accordo con EA per la distribuzione abbiamo capito che ci sono alcune cose che non vogliamo fare, o che non siamo bravi a fare. Tutto qui»

Lombardi ha poi svelato che Gabe Newell, guru della software house, ha sempre avuto pesanti riserve su Electronic Arts, tanto che metteva in forse anche gli accordi per Left 4 Dead, ma dopo gli ottimi risultati della collaborazione ha cambiato radicalmente idea.

«In Electronic Arts non abbiamo trovato quell'impero del male che tanti dipingono con storie spaventose, non abbiamo visto da nessuna parte l'uomo nero», ha concluso Doug Lombardi, che dunque non ha di fatto annunciato l'acquisizione ma ha posto solide, solidissime basi per tante voci di corridoio nelle settimane a venire.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: