Gran Turismo 5: i Polyphony Digital costretti a traslocare a causa del terremoto in Giappone

I Polyphony Digital di Kazunori Yamauchi lasciano Tokyo e si trasferiscono in campagna a causa del recente terremoto in Giappone


I Polyphony Digital si trasferiranno dal centro di Tokyo alla più tranquilla Fukuoka. La ragione di questo spostamento è indicata nel terremoto che lo scorso 11 marzo ha colpito il Giappone, ma non vengono forniti dettagli precisi (edificio danneggiato? Semplice voglia di cambiare aria? Possiamo solo fare supposizioni).

Nel 2010 Fukuoka, metropoli con un milione e mezzo di abitanti considerata l’insediamento urbano più antico del Giappone, è stata eletta come quattordicesima città più vivibile del mondo, grazie a un clima caldo d’estate e mite d’inverno e alle numerose aree verdi che si alternano con strade ed edifici. Non sembra proprio una cattiva scelta.

Da un’intervista rilasciata a RKB (via Kotaku), il creatore di Gran Turismo Kazunori Yamauchi spiega che Fukuoka, situata nell’estremo occidente del paese, è un posto ideale per vivere e lavorare. A Fukuoka ci sono già illustri colleghi dei Polyphony Digital: i Level-5, creatori della serie Professor Layton.

Speriamo che questo trasloco non incida sui tempi di sviluppo dei fantomatici contenuti aggiuntivi per Gran Turismo 5, che dopo oltre sette mesi dall’uscita del gioco sono ancora avvolti dal più profondo mistero.

Ti potrebbe interessare
Mafia 2: nuove immagini e piattaforme confermate
Action Pc Ps3

Mafia 2: nuove immagini e piattaforme confermate

Anche se ormai non c’erano praticamente più dubbi sulle piattaforme su cui Mafia 2 sarà disponibile, 2K Games ne ha confermato ufficialmente l’uscita su PC, PS3 ed Xbox 360. Insieme all’annuncio, sono state rilasciate dallo sviluppatore Illusion Softworks alcune nuove immagini per uno dei titoli più attesi della prossima stagione videoludica, complice anche lo strameritato

Wing Commander Anniversary
Pc Segnalazioni

Wing Commander Anniversary

Venerdì scorso, Wing Commander 3 ha compiuto dieci anni. Gioco tutto sommato tra i migliori tra quelli che all’epoca venivano definiti film interattivi, e che in più grazie agli intermezzi filmati dava persino lavoro a Mark Hamil, praticamente disoccupato dopo Guerre Stellari. Magari non sarà il Doomsday, decennale del primo Doom festeggiato il dieci dicembre