MotorStorm: Pacific Rift - prime impressioni sulla demo


La redazione di gamesblog, insieme ad altri fortunati utenti, è stata selezionata per prendere parte alla demo esclusiva di MotorStrom: Pacific Rift.

Questa versione dimostrativa, del peso di 617 mb, ha offerto la possibilità di assaggiare il nuovo capitolo della serie MotorStorm mediante un solo tracciato, sia in single player sia nella nuova modalità multiplayer via split screen, potendo scegliere alcuni veicoli tra cui le Moto, Auto da Rally, Pick Up, Buggy e il nuovo entrato Monster Truck.

Di seguito trovate le nostre prime impressioni riguardo questa esclusiva demo.

Come già detto poco sopra, questa versione dimostrativa contiene soltanto un tracciato denominato Rain God Spires da percorrere in due giri. Purtroppo la pista non offre le tanto annunciate caratteristiche introdotte (come specchi d'acqua e fuoco), presentandosi come una versione riveduta dei tracciati del primo capitolo con l'aggiunta di vegetazione.

Nelle gare in single player i veicoli disponibili sono la Moto, il Pick Up e il Monster Truck. I primi due offrono le stesse caratteristiche di guida già viste in MotorStom, mentre l'ultimo arrivato può vantare di un peso maggiore da sfruttare a vantaggio negli scontri con altri veicoli.

La modalità multiplayer via split screen offre la possibilità di giocare in 2 giocatori sullo stesso schermo. Il tracciato disponibile è sempre lo stesso del single player ma si possono scegliere tre tipi di veicoli: Buggy, Pick Up e Auto da Rally. Inoltre il campo visivo non risente della divisione verticale dello schermo, risultanto quindi un'ottima soluzione per le partite a casa con amici. Ricordiamo inoltre che la versione completa del gioco offrirà la possibilità di giocare in 4 sullo stesso schermo.

Il gameplay è rimasto praticamente invariato, così come per i controlli. Evolution Studios ha soltanto aggiunto dei nuovi comandi per alcuni veicoli. Se si selezionano le Moto è possibile effettuare un piccolo salto (giù e su con il d-pad o la lavetta analogica sinistra)o abbassarsi per schivare elementi dello scenario (giù e giù con il d-pad o la lavetta analogica sinistra). Per quanto riguarda le autovetture è possibile invece speronare i nemici con i tasti L1 e R1.

Graficamente si nota un leggero miglioramento, probabilmente dovuto anche alla tipologia di scenario più ricca di dettagli rispetto le lande desolate del primo MotorStorm. La fluidità di gioco non presenta nessun rallentamento sia nella versione single player sia nella modalità in split screen.

Dal quel poco che abbiamo potuto constatare con questa demo MotorStorm: Pacific Rift si presenta come versione riveduta e corretta del primo capitolo. Non rimane che attendere il 12 Novembre (data ufficiale europea) per testare la versione completa. Restate quindi sintonizzati sulle nostre pagine per la recensione.

Qui sotto trovate alcuni video delle sequenze di gioco della demo.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: