Media Molecule: “LittleBigPlanet 2 non è in sviluppo”

In occasione di un’intervista concessa ai microfoni di Critical Gamer, il produttore di Media Molecule, Martin Lynagh, ci informa che non c’è (nè forse ci sarà mai, quantomeno su PS3) alcun LittleBigPlanet 2 in sviluppo, motivando così questa scelta:“Creare un seguito di un gioco del genere non può che essere controproducente, perderemmo all’istante la compatibilità


In occasione di un’intervista concessa ai microfoni di Critical Gamer, il produttore di Media Molecule, Martin Lynagh, ci informa che non c’è (nè forse ci sarà mai, quantomeno su PS3) alcun LittleBigPlanet 2 in sviluppo, motivando così questa scelta:

“Creare un seguito di un gioco del genere non può che essere controproducente, perderemmo all’istante la compatibilità con i numerosissimi livelli creati fino ad ora e frammenteremmo la comunità di appassionati in più titoli simili sulla stessa console. Proprio per questo continueremo a supportare LittleBigPlanet nello stesso modo in cui facciamo adesso, un sequel creerebbe delle fratture incolmabili.”

In un universo videoludico sempre più “usa-e-getta”, fatto di titoli sempre meno creativi e dalla trama sempre più corta, non possiamo che complimentarci con Media Molecule per una scelta così sfacciatamente di parte… si, ma dalla parte dell’utente.

via | Critical Gamer

LittleBigPlanet: galleria immagini

LittleBigPlanet -i bonus americani
LittleBigPlanet -i bonus americani
LittleBigPlanet -i bonus americani
LittleBigPlanet -i bonus americani

Ti potrebbe interessare
Pirateria: l’Europa (e l’Italia) sono i territori più colpiti
Mercato Online Segnalazioni

Pirateria: l’Europa (e l’Italia) sono i territori più colpiti

Un rapporto presentato dall’International Intellectual Property Alliance (IIPA), di cui l’ESA è membro, esamina la piaga economica della pirateria online.Secondo il CEO dell’ESA, Michael Gallagher, la pirateria online è “la più grande minaccia per l’innovazione, l’impegno artistico e il progresso tecnologico di cui milioni di consumatori in tutto il mondo usufruiscono”.Stando al rapporto, i due