L'industria dei videogiochi non sente crisi: 40 miliardi di dollari in introiti entro il 2012



In barba a qualsiasi crisi mondiale l'industria dei videogiochi continua la sua marcia trionfale: secondo l'azienda di ricerca TMNG gli introiti raggiungeranno i 40 miliardi di dollari entro il 2012. Significativo, alla luce dei fatti, l'apporto dei cosiddetti "casual games".

Allo stesso tempo è prevista una fortissima impennata dei giochi per cellulari, che dovrebbero salire a ritmo di un 25% annuo fino al 2012. Sono stati registrati anche un netto aumento dei giochi online grazie al sempre più veloce accesso ad internet.

«Nonostante la crisi economica, i videogiochi hanno provato di essere in grado di resistere a questi tempi provanti, e di essere il settore dell'intrattenimento che sta alimentando la crescita», spiega di TMNG, «Inoltre l'espansione dei casual game, le interfacce semplici e la proliferazione di modelli di business innovativi sta ampliando il ventaglio demografico dei giocatori».

A proposito di demografica, la ricerca ha rivelato altri dati interessanti: le donne sono finalmente arrivate ad essere circa il 50% della base totale, e l'età media del giocatore è ora di ben 33 anni.

via | Evil Avatar

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: