Il Regno Unito cede alla Germania lo scettro del mercato videoludico più grande d'Europa

Il Regno Unito cede alla Germania lo scettro del mercato videoludico più grande d'Europa

Stando al sito Gamezine, i dati di vendita relativi al mercato videoludico di questa prima metà del 2009 vedono la Germania come nuovo attore principale dell'area europea: il sorpasso, avvenuto ai danni del Regno Unito, è ancora più significativo se si pensa che, solo un anno fa, il mercato inglese era riuscito a sua volta a scavalcare quello giapponese e a piazzarsi immediatamente dietro a quello statunitense.

La causa principale di un tale evento è da imputare ovviamente alla crisi economico-finanziaria, che ha colpito duro particolarmente in Gran Bretagna per via della forte svalutazione della Sterlina nei confronti dell'Euro e del Dollaro: mentre i mercati videoludici dei Paesi che utilizzano la moneta unica europea sono riusciti a mantenere vendite più o meno identiche a quelle dell'anno scorso, il mercato inglese non ha retto ed ha visto crollare gli utili del 20% rispetto al 2008.

Alla luce di tutto questo, risulta perciò determinante per le sorti dell'industria videoludica che la proposta di legge contro la produzione e la distribuzione dei giochi violenti in Germania non venga mai ratificata dalla Bundestag proprio ora che il mercato teutonico ha assunto un ruolo predominante nel vecchio continente: gli effetti sull'intero settore e sul futuro della libertà d'espressione videoludica sarebbero tremendi e produrrebbero danni simili a quelli sperimentabili con uno dei tanti congegni della morte escogitati da Jigsaw (eccone spiegata la sua presenza ad inizio articolo).

via | Gamezine

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: