Apple iPad: piace a Mark Rein, ma non agli analisti

Apple iPad: piace a Mark Rein, ma non agli analistiMentre il web intero si divide tra sostenitori e detrattori di iPad, anche l'industria videoludica non sembra volersi tirare indietro dal dibattito, iniziato già qualche giorno fa con le dichiarazioni di Electronic Arts, favorevoli alla possibilità di giocare sul nuovo oggetto del desiderio Apple.

Dopo l'annuncio ufficiale di ieri, il primo a schierarsi a favore di iPad per i videogiochi è stato Mark Rein di Epic Games, software house storicamente al lavoro su titoli di un certo spessore e pertanto non da sottovalutare nelle proprie opinioni. Secondo Rein iPad diventerà una grande piattaforma per i giochi, anche più del cuginetto iPhone.

Non dello stesso parere gli analisti Michael Pachter e Jesse Divnich. Secondo Pachter:

"Il tablet Apple avrà un prezzo abbastanza alto, di sicuro più di 300$ e quindi avrà un basso appeal sui videogiocatori, anche se ovviamente qualcuno lo comprerà. Penso che le prime offerte sul tablet saranno vicine allo stile dei giochi su iPod Touch e iPhone, per poi probabilmente trasformarsi in qualcosa simile al DS arrivando alla fine alla qualità di PSP."

Rincara la dose Jesse Divnich:

"Adesso l'infrastruttura di iPhone non è favorevole a un profitto salutare per terzi, i giochi sono troppo a buon mercato con il costo per la maggior parte dei giochi vendita al dettaglio su iPhone a 10$ (o 7 dollari in entrate per il publisher). Se i produttori di terze parti intendono trattare iPad come una periferica di gioco seria, il prezzo medio di vendita per ogni gioco dovrebbe essere di almeno il doppio, che è difficile da raggiungere, soprattutto se si considera che un gioco a 19,99$ su App Store è in competizione con i giochi che si vendono a cifre tra 1$ e 5$."

Di seguito il parere di Mark Rein all'evento Apple pubblicato da Venturebeat:

Via | vg247 | Venturebeat

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: