The Elder Scrolls Online: Bethesda conferma l'abbonamento mensile

I ragazzi di Bethesda spiegano perchè hanno deciso di evitare il free-to-play per adottare il "vecchio" modello a sottoscrizione mensile

The Elder Scrolls Online: galleria immagini

Direttamente dagli stand approntati da Zenimax in quel di Colonia in occasione della GC 13, gli sviluppatori di Bethesda hanno annunciato che per il lancio di The Elder Scrolls Online non si affideranno alla nuova formula del free-to-play ma che, al contrario, adotteranno il modello "classico" legato a un abbonamento, con una sottoscrizione che, mensilmente, sarà proposta al prezzo di 12,99 €.

Consapevole del terremoto che causerà nei prossimi giorni questa notizia sui siti e sui forum di settore popolati dai fan dell'epopea ruolistica di The Elder Scrolls, il direttore generale di Zenimax Online, Matt Firor, ha saggiamente deciso di rilasciare un'intervista ai curatori di GameStar per spiegare loro, e quindi a tutti noi, il perchè di una simile decisione:

"Con i titoli che hanno segnato fino ad oggi la saga di The Elder Scrolls abbiamo garantito ai giocatori la possibilità di andare dove volevano, di interpretare qualsiasi personaggio e di fare qualsiasi cosa. The Elder Scrolls Online continuerà a seguire questa 'tradizione', è un progetto sviluppato per offrire centinaia di ore di gameplay, una trama solida e tante caratteristiche secondarie che concorrono a formare un'esperienza di qualità impreziosita dal nostro impegno a rilasciare periodicamente del contenuti aggiuntivi dopo il lancio.

È sostanzialmente questo il motivo per cui abbiamo pensato che l'inserimento di contenuti a pagamento sarebbe stata deleteria al progetto, all'esperienza di gioco e all'intera serie. Accettare di pagare una piccola quota mensile per avere accesso al 100% dei contenuti si adatta molto meglio al marchio e al progetto rispetto a un sistema che, invece, vi avrebbe obbligati a mettere sempre mano al portafogli per sbloccare delle funzioni aggiuntive che dovrebbero essere accessibili a tutti."

The Elder Scrolls Online sarà disponibile nella primavera del prossimo anno in contemporanea su tutte le piattaforme annunciate da Zenimax, ossia PC, Mac OS, PlayStation 4 e Xbox One.

The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini

The Elder Scrolls Online: immagini e video dal QuakeCon 2013


Aggiornamento del 4 agosto 2013, a cura di Michele Galluzzi
The Elder Scrolls Online: galleria immagini

Non potendo assolutamente bucare l'appuntamento del QuakeCon 2013, Pete Hines e i dirigenti di ZeniMax hanno lasciato il palcoscenico mediatico della kermesse videoludica di Dallas ai ragazzi di Bethesda Softworks per offrire loro la possibilità di mostrarci delle scene di gioco inedite di The Elder Scrolls Online.

Accompagnati dal commento dello stesso Hines e dagli scatti che rimpinguano la galleria immagini odierna, gli spezzoni di gameplay propostici dagli sviluppatori del primo, attesissimo capitolo multiplayer della storica saga di The Elder Scrolls ripercorrono i passaggi compiuti in questi mesi dagli sviluppatori americani per erigere l'impalcatura di gioco di questo titolo.

Il grande numero di migliorie, di ottimizzazioni e di vere e proprie novità che il team di Bethesda promette di regalare a tutti gli appassionati dell'epopea fantasy di TES poggerà sulle solide e "libere" basi narrative garantite dalla distanza cronologica che sussisterà tra le avventure che attendono i protagonisti di questo titolo e le vicende vissute dal Sangue di Drago tra le gelide lande di Skyrim: il plot narrativo di questo nuovo titolo, infatti, precederà di mille anni le avventure di Dovahkiin per indurci a scegliere di abbracciare la causa dell’Ebonheart Pact (Dunmer, Nord e Argoniani), dell’Aldmeri Dominion (Altmer, Bosmer e Khajiit) o del Daggerfall Covenant (Bretoni, Orsimer e Redguard) per tentare la conquista delle fertili terre del Cyrodiil e dei feudi del continente di Tamriel governati dalla Famiglia dei Tharns.

Senza indugiare oltre, quindi, chiudiamo il pezzo ricordando a chi ci segue che The Elder Scrolls Online sarà disponibile nella primavera del prossimo anno in contemporanea su tutte le piattaforme annunciate da ZeniMax, ossia PC, Mac OS, PlayStation 4 e Xbox One.

The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini
The Elder Scrolls Online: galleria immagini

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: