The Witness: Jonathan Blow promette più di 600 puzzle

Il papà di Braid svela il numero di rompicapo che saremo chiamati a risolvere immergendoci nell'universo della sua prossima avventura in soggettiva

Con uno stringato messaggio lanciato su Twitter da Jonathan Blow, l'ispirato sviluppatore di Braid attualmente al lavoro su The Witness assieme agli studios americani di Thekla, Inc. fissa i paletti del recinto digitale entro il quale potremo muoverci per esplorare la variopinta dimensione di gioco della sua prossima, ambiziosa avventura in prima persona.


Gli oltre 600 puzzle promessi dal papà di Braid saranno di difficoltà crescente e, ciò che più conta, non dovranno essere risolti in sequenza in virtù della natura modulare degli scenari e della più assoluta libertà concessa all'utente nella scelta del percorso da intraprendere.

The Witness: galleria immagini

Il sistema escogitato da Blow per stendere il canovaccio narrativo "a tema libero" che saremo chiamati a seguire nei panni dell'eroe senza nome di The Witness è stato illustrato dallo stesso boss dei Thekla, Inc. nel corso del PlayStation Meeting organizzato lo scorso anno da Sony per la presentazione di PS4:

"Le possibilità offerte da un’ambientazione open world sono ottime per i puzzle game, perché consentono a chi li produce di inserire rompicapo davvero stimolanti e sorprendenti per il giocatore. In un gioco lineare, se siete bloccati su un puzzle, di solito non riuscite a proseguire nel gioco e siete costretti ad andare a cercare la soluzione altrove; questo è il motivo per cui molti giochi a sviluppo lineare non includono puzzle con una soluzione più complicata della norma. In The Witness, possiamo creare puzzle difficili o più accessibili a nostro piacimento, perché se rimarrete bloccati in un’area potrete andare altrove senza alcun problema."

A questo punto non ci rimane che attendere l'annuncio della data di lancio ufficiale di The Witness, attualmente prevista in maniera indicativa per la seconda metà di quest'ann>oNon dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • Mail