Mad Max: prime informazioni sulla visuale in soggettiva

Gli Avalanche Studios seguono l'esempio di Rockstar Games con la versione next-gen di GTA V e aggiungono una visuale in prima persona al loro prossimo action post-apocalittico

Dalle pagine di Games Master (via GamesRadar), gli sviluppatori svedesi di Avalanche Studios svelano di essere al lavoro su di una modalità in soggettiva per Mad Max.

La visuale in prima persona, stando a quanto spiegatoci dagli stessi autori scandinavi, sarà ispirata al lavoro svolto negli scorsi mesi da Rockstar Games per integrare l'FPS Mode nella versione next-gen di Grand Theft Auto V per PS4, PC e Xbox One: la telecamera in prima persona di Mad Max sarà quindi organica al titolo e potrà essere attivata in qualunque momento della partita per aiutare gli utenti a immergersi ancora di più nelle atmosfere di questo ambizioso action a mondo aperto.

Guarda le ultime immagini di Mad Max pubblicate da Game Informer

Mad Max sulla copertina di aprile di GameInformer

Sia nelle sessioni alla guida del bolide corazzato di Max Rockatansky (il fiammante Magnum Opus) che nei frangenti squisitamente action con l'eroe chiamato a combattere a mani nude contro i predoni delle Wasteland, il passaggio alla telecamera in prima persona attiverà automaticamente tutta una serie di animazioni supplementari e di effetti correlati, ad esempio, alla sabbia che filtra dalle crepe della maschera del protagonista e alla sofferenza causata dai colpi inferti dal nemico di turno o dalla "semplice" disidratazione.

Nella speranza di ammirare al più presto le prime scene di gioco di Mad Max con la visuale in soggettiv, ricordiamo chi ci segue che l'atteso sandbox post-apocalittico di Warner Bros. Interactive è previsto al lancio, salvo ulteriori posticipi, per il 4 settembre di quest'anno su PC, PlayStation 4, Xbox One e Steam OS. Le versioni PS3 e X360 sono state definitivamente accantonate in favore di una maggiore resa grafica - e celerità nello sviluppo - delle edizioni current-gen.

Approfondisci - Mad Max sulla copertina di aprile di GameInformer: ecco i nuovi screenshot

  • shares
  • Mail