LawBreakers torna a mostrarsi in video al PAX East 2016

Dopo averci informati dell'abbandono della formula free-to-play in funzione dell'adozione di un modello economico più classico, Cliff Bleszinski e i suoi Boss Key Productions ci offrono degli importati aggiornamenti su LawBreakers attraverso due filmati di gameplay che ripercorrono i momenti più concitati delle dimostrazioni tenute nei primi due giorni del PAX East 2016 di Boston.

Grazie agli evoluti strumenti di sviluppo offerti dall'Unreal Engine 4 e alle potenzialità del motore grafico di Epic Games, gli autori della nuova software house diretta dal papà della serie di Gears of War promettono di stampare un sorriso a 32 denti sul volto di tutti gli appassionati di MMOFPS attraverso delle meccaniche di gioco particolarmente frenetiche all'interno di arene con decine di utenti, ciascuno caratterizzato da un suo equipaggiamento "costruito" spendendo i punti esperienza acquisiti con fatica nelle diverse modalità cooperative e competitive che correranno in rete.

A questo punto non ci resta che lasciarvi agli ultimi video di gioco di LawBreakers nella speranza che CliffyB e compagni fissino la data d'uscita definitiva di questo adrenalinico sparatutto online su PC e, magari, su PlayStation 4 e Xbox One.

LawBreakers: il nuovo gioco di Cliff Bleszinski abbandona la formula free-to-play

Aggiornamento del 19 marzo 2016 - a cura di Michele Galluzzi

lawbreakers-2.jpg

Il capo dei Boss Key Productions, il famoso Cliff Bleszinski, approfitta della vetrina mediatica della GDC 2016 per annunciare che il suo prossimo sparatutto online, il futuristico LawBreakers, approderà solo su Steam e non verrà più proposto come videogioco free-to-play ma come titolo a pagamento.

A giudicare dalle parole pronunciate per l'occasione dal buon CliffyB, alla base di questa decisione c'è la volontà di valorizzare il lavoro svolto dal suo team di sviluppo attraverso una formula economica più consona ai titoli che, offrendo un'esperienza di gioco esclusivamente multiplayer, hanno nel bilanciamento delle meccaniche sparatutto la loro stella polare.

lawbreakers-3.jpg

L'adozione del modello freemium, infatti, avrebbe sbilanciato il gameplay e le dinamiche di progressione delle abilità dei personaggi: non ci sarà quindi bisogno di alcun negozio interno per le microtransazioni facoltative poichè tutti gli elementi dell'arsenale e i relativi potenziamenti potranno essere sbloccati con la naturale evoluzione dell'avventura, affrontando le sfide offerte dalle battaglie in rete e dalle arene cooperative.

La trasformazione di LawBreakers da videogioco free-to-play a titolo a pagamento, comunque, non modificherà i piani di commercializzazione fissati a suo tempo da CliffyB per l'estate di quest'anno.

via | LawBreakers, pagina Steam ufficiale

LawBreakers: ecco il primo video di gioco

Articolo originario del 29 agosto 2015 - a cura di Michele Galluzzi

Non paghi del clamore mediatico suscitato dalla pubblicazione del trailer in cinematica di LawBreakers, Cliff "lancer umano" Bleszinski e i suoi Boss Key Productions riguadagnano le nostre pagine per mostrarci il primo video di gioco del loro prossimo sparatutto free-to-play votato al multiplayer competitivo.

Le battaglie che ci vedranno impegnati nella dimensione post-apocalittica di LawBreakers avranno luogo nelle aree della Terra meno colpite dallo Shattering, un misterioso cataclisma che porterà all'esplosione della Luna e alle sconvolgenti distorsioni gravitazionali che sperimenteremo impersonando i soldati dei Law e dei Breakers, le principali fazioni in guerra per il controllo delle ultime risorse del pianeta.

lawbreakers-logo.jpg

Dal punto di vista delle meccaniche di gioco spicciole, il titolo sfrutterà le potenzialità dell'Unreal Engine 4 per proporci combattimenti adrenalinici all'interno di arene complesse, strutturate su più livelli e ricche di elementi distruttibili.

Il lancio di LawBreakers dovrebbe avvenire nel corso del 2016 in esclusiva su PC: è lo stesso CliffyB, però, a ventilare l'ipotesi di un successivo approdo su console current-gen qualora Sony e Microsoft manifestassero il proprio interesse nei riguardi di questo progetto, ad esempio sobbarcandosi una parte dei costi di sviluppo delle versioni PlayStation 4 e Xbox One.

  • shares
  • Mail