Square Enix si tiene stretto il Luminous Engine

In previsione della guerra tecnologica che le multinazionali del settore saranno costrette a combattere in futuro per prepararsi al lancio delle nuove console casalinghe di Microsoft e Sony garantendosi un posto al Sole nei prossimi anni, le alte sfere di Square Enix cominciano a posizionare strategicamente il Luminous Engine tra i motori grafici “esclusivi”.


In previsione della guerra tecnologica che le multinazionali del settore saranno costrette a combattere in futuro per accaparrarsi le prime fette di mercato della next-gen e per prepararsi al lancio delle nuove console casalinghe di Microsoft e Sony, le alte sfere di Square Enix cominciano a posizionare strategicamente il Luminous Engine tra i motori grafici “esclusivi”. A spiegarci il motivo di una simile scelta è lo stesso presidente e amministratore delegato della compagnia, Mike Fischer, attraverso le pagine di Shack News:

“Il Luminous Engine è uno strumento di sviluppo interno, non lo abbiamo creato con lo scopo di distribuirlo sotto licenza a delle aziende terze. È una delle tecnologie migliori che siano mai state realizzate in questo settore, vogliamo che sia un’esclusiva assoluta di Square Enix perchè solo così avremo la possibilità e la concreta speranza di attrarre designer, creativi e sviluppatori da tutto il mondo.”

Subito dopo la pausa, la seconda parte delle dichiarazioni di Fischer sul Luminous Engine.

Agni’s Philosophy Final Fantasy Realtime Tech Demo

Agni
Agni
Agni

La posizione “conservatrice” di Square Enix sul futuro impiego in esclusiva del Luminous Engine si pone così in netto contrasto rispetto a quella presa dalla concorrenza diretta di Epic Games con l’Unreal Engine 4 e da Crytek con il CryEngine 3. Il discorso del CEO della multinazionale videoludica giapponese, però, ha una sua logica, la stessa che ha indotto diverse altre aziende del settore a limitare al solo sviluppo interno (e quindi senza alcun editor o SDK per i modder) l’impiego di motori grafici come il Frostbite (Battlefield 3) e l’idTech (RAGE):

“In questo ambiente, specie considerando il balzo tecnologico che avverrà con la next-gen, è necessario avere l’engine giusto per il gioco giusto, basti pensare all’impronta di follia data alle scene e alle ambientazioni di Hitman Absolution dal Glacier Engine o a ciò che stanno facendo gli sviluppatori del prossimo Tomb Raider con il Crystal Engine.”

I primi titoli sviluppati con il Luminous Engine (RPG legati all’universo di Final Fantasy ma non solo, come ebbe a dire Yoichi Wada nel giugno dello scorso anno) con tutta probabilità dovrebbero vedere la luce dei negozi nel 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox Next.

Ti potrebbe interessare
Avatar: Il Videogioco accolto freddamente nelle prime recensioni
Action Pc Ps3

Avatar: Il Videogioco accolto freddamente nelle prime recensioni

Nonostante le attese dettate dal coinvolgimento diretto di James Cameron nella sua realizzazione, Avatar: Il Videogioco sembra non aver riscontrato particolari entusiasmi nei redattori che hanno avuto modo di provare il gioco. Stando alle votazioni ottenute da Avatar, sembra che i primi voti non siano andati oltre il 7/10, con bocciature eccellenti come il 5/10

God of War III avrà una modalità cooperativa online?
Action Online Ps3

God of War III avrà una modalità cooperativa online?

Il settimo giorno, Dio si riposò: Dio, appunto, non Kratos! Le sue domeniche, il generale spartano più amato del popolo videoludico preferisce passarle in compagnia dei suoi fedeli, come quelli di The Gamer Access che, a sorpresa, riferiscono di aver trovato le prove inoppugnabili della presenza di una modalità cooperativa in God of War III.

Nintendo 64 portatile?
Varie

Nintendo 64 portatile?

Sì, si può con un pò di fantasia, un pizzico di follia e discrete capacità di assemblaggio. E’ quello che ha fatto Benjamin Heckedorn, un folle geniale che ha preso una vecchia Nintendo 64, l’ha disassemblata e rimontata dentro a un case che si è autocostruito, tutto compreso, non mancano infatti i famosi bottoni L