PlayStation 4: PS Plus obbligatorio per giocare in multiplayer - Shuhei Yoshida spiega perchè

Il presidente di Sony Worldwide Studios illustra i motivi del passaggio al multiplayer a pagamento su PlayStation 4

Sony: E3 2013 liveblog

Nell'ilarità generale scatenata tra gli astanti della conferenza E3 di Sony dalle dichiarazioni "anti-Xbox One" rilasciate da Jack Tretton in merito all'assenza di qualsivoglia sistema anti-copia e di controllo online su PlayStation 4, l'importante annuncio dell'obbligo di abbonamento a PS Plus per poter giocare in multiplayer su PS4 è passato in sordina.

Per questo, e per soddisfare la spasmodica sete di informazioni della stampa di settore e dei videogiocatori accortisi del fattaccio, il boss di Worldwide Studios di SCE, Shuhei Yoshida, ha deciso di concedersi ai colleghi di Game Watch per spiegare come e perchè si è deciso di passare a un modello economico del tutto analogo a quello adottato da anni dalla concorrenza di Microsoft con il servizio Xbox Live Gold:

"La ragione per la quale abbiamo deciso di passare a un modello ad abbonamento per usufruire del multiplayer è che stiamo investendo moltissimo sulle funzionalità online di PS4. Con il modello precedente i nostri sforzi vertevano tutti sulla necessità di contenere con ogni mezzo a nostra disposizione i costi di gestione della piattaforma online per fare in modo di continuare a fornire un multiplayer gratuito. Tale modello non è più sostenibile, su PS4 vogliamo concentrare i nostri investimenti e fare tutto ciò che è in nostro potere per offrire servizi online come quello legato al tasto 'Share' e come quello legato al cloud e alla possibilità di giocare su sistemi portatili.

Il nuovo sistema esordirà al lancio di PS4 e non porterà a dei cambiamenti sul modello adottato da sempre sulle nostre attuali piattaforme: su PS Vita e PlayStation 3, quindi, il multiplayer online e qualsiasi servizio che prima era fornito in maniera gratuita continuerà ad esserlo anche in futuro."

Con un pragmatismo e un bon ton tipicamente nipponici, Yoshida San ha così proseguito il suo intervento chiedendo scusa a tutti i giocatori di lungo corso per la dolorosa scelta di abbandonare il precedente modello gratuito per legare le funzionalità multiplayer della sua prossima console a un abbonamento al servizio PS Plus:

"Mi scuso per l'onere finanziario richiesto ai nostri utenti. L'abbonamento al servizio PS Plus però non servirà solo a garantire l'accesso ai server per il multiplayer online ma offrirà tantissimi bonus, come su PS3 e PS Vita fornirà l'accesso esclusivo alle beta, proporrà titoli gratuiti a cadenza mensile e centinaia di sconti. Cominciando naturalmente dal lancio della console che, per gli utenti PS Plus, sarà accompagnato dalla disponibilità gratuita di una versione ad-hoc di DriveClub."

Rispetto al servizio Xbox Live Gold, comunque, per i futuri acquirenti di PS4 l'abbonamento a PS Plus non si limiterà al solo accesso al multiplayer in rete, agli sconti a tempo e ai servizi "premium". Per quanto riguarda le altre "forme di online gaming" come quelle proposte dagli MMO, dai titoli con multiplayer asincrono e dai free-to-play, ad esempio, quali conseguenze porterà questo cambio di strategia?

"Anche senza possedere un abbonamento PS Plus sarà comunque possibile usufruire di diversi servizi online, ad esempio sarà possibile giocare in multiplayer asincrono, si potrà comunicare con i propri amici in lista e si potranno trasferire i propri dati di gioco per entrare nelle classifiche in rete. Per quanto riguarda gli MMO, invece, starà ai produttori e agli sviluppatori dei singoli titoli scegliere se garantire o meno l'accesso ai non abbonati."

Tra i videogiochi annunciati durante l'E3 2013, ad esempio, Final Fantasy XIV: A Realm Reborn e The Elder Scrolls Online richiederanno l'abbonamento a PS Plus, mentre PlanetSide 2 e DC Universe Online manterranno anche su PS4 la loro natura free-to-play e, di conseguenza, potranno essere giocati anche dagli utenti Silver.

Prima di chiudere, ricordiamo a chi ci segue che il lancio di PlayStation 4 è previsto per la fine dell'anno al prezzo di 399 €.

PlayStation Plus: ecco i risultati del sondaggio sui contenuti della Instant Game Collection


22 aprile 2013 - A cura di Michele Galluzzi

Attraverso le pagine del PlayStation Blog ufficiale, le alte sfere della multinazionale giapponese decidono di condividere con noi i risultati del sondaggio su vasta scala condotto a febbraio per capire quali potessero essere le tipologie di videogiochi più apprezzate dagli utenti PS Plus.

Come è possibile osservare nel grafico realizzato dai curatori del portale istituzionale di Sony, la maggior parte degli oltre 73.000 partecipanti al sondaggio ha indicato nei GDR, negli action/adventure e, in misura minore, negli sparatutto i generi che più di ogni altro vorrebbero veder rappresentati nella Instant Game Collection, ossia la lista dei titoli per PlayStation 3 e PS Vita proposti mensilmente, e in via del tutto gratuita, agli abbonati al servizio.

Nel comunicare l'esito del sondaggio condotto su tutti i mercati in cui è possibile iscriversi al PS Plus, il PlayStation Store e Plus Content Manager di Sony Computer Entertainment Europe, al secolo Chris Howe, ha così spiegato il risultato dell'iniziativa:

"Abbiamo ricevuto oltre 450 commenti con preziosi pareri sul servizio e ottimi consigli per i titoli Plus che saranno disponibili in futuro! I risultati di questo sondaggio sono perfettamente in linea con i commenti ricevuti in precedenza e con i dati emersi dal nostro database dei membri, che hanno trascorso quasi sei milioni di ore di gioco soltanto per i titoli Sleeping Dogs e Batman: Arkham City. Detto ciò, non fatevi prendere dal panico: non concentreremo i nostri sforzi unicamente nel proporre questo tipo di titoli nell’ambito del servizio. PlayStation Plus è un servizio aperto a tutti e continueremo a fare del nostro meglio per offrire una scelta di contenuti adatta a tutti."

I nuovi titoli che entreranno a far parte della Instant Game Collection di maggio sembrano andare nella direzione tracciata da Howe: nella prima settimana del prossimo mese, infatti, gli abbonati europei al PS Plus potranno scaricare gratuitamente Hitman Absolution, Catherine, Malicious, Sine Mora e Velocity Ultra HD.

PlayStation Plus arriva su PS Vita la prossima settimana


13 novembre 2012 - A cura di David
PlayStation PlusPlayStation Plus

arriverà sulla console PlayStation Vita a partire dal prossimo 21 novembre senza alcun costo aggiuntivo per tutti gli utenti già iscritti tramite PlayStation 3. Ad annunciarlo nelle scorse ore è stata direttamente Sony Computer Entertainment Europe tramite comunicato stampa e articolo su PlayStation Blog. L'arrivo del servizio Plus coinciderà con l'aggiornamento 2.00 del firmware sulla nuova portatile di casa Sony.

Chi non avesse già l'abbonamento a PlayStation Plus tramite PlayStation 3 può sottoscriverlo con due diverse formule: si può scegliere se rimanere a bordo per 90 o per 365 giorni al costo rispettivamente di 14,99€ e 49,99€.

«PlayStation Plus ha molto da offrire anche su PS Vita: i giocatori potranno divertirsi con alcuni tra i giochi più apprezzati quali Uncharted: l'Abisso d'Oro, Gravity Rush e Chronovolt. Tutti gli abbonati avranno accesso a quattro giochi al mese; contenuti extra; sconti addizionali e una memoria online. Coloro che sono già abbonati al servizio tramite PS3, possono dormire sonni tranquilli: avranno a disposizione gli stessi servizi di PlayStation Plus sia su console fissa che portatile senza alcun costo aggiuntivo.
La collezione di giochi disponibili su entrambe le piattaforme permette all’utente di avere una libreria di 14 titoli di cui almeno cinque nuovi ogni mese, il che corrisponde a 65 giochi all'anno per PS3 e PS Vita.
Altri benefici del servizio multipiattaforma riguardano la possibilità di sincronizzare automaticamente trofei e salvataggi e di accedere a una memoria online per salvare le proprie partite fino a 2 GB (1 GB su PS3 e 1 GB su PS Vita). I giocatori riceveranno inoltre notifiche automatiche relative agli ultimi giochi disponibili e agli aggiornamenti di sistema.»

In realtà quel che i giocatori criticano di PlayStation Vita è proprio una preoccupante mancanza di titoli forti, che finora sta decretando un mezzo flop commerciale della console. Con toni forse un po' troppo drastici Games Industry è arrivato a definirla "un flop colossale". Ben venga PlayStation Plus, ma la speranza è che Sony riesca a dare agli utenti quel che vogliono davvero.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: