Licenziamenti in casa Gas Powered Games, Wildman diventa fondamentale

Un destino appeso a Kickstarter. Potrebbe forse sembrare un'esagerazione questo modo per descrivere il futuro di Gas Powered Games, ma la notizia riguardante alcuni licenziamenti all'interno del team di Chris Taylor non ci permette di pensare in ottica positiva. Dopo una serie di voci di corridoio, secondo le quali sarebbe stata mandata via la maggior parte dello staff, lo stesso Chris Taylor è intervenuto sull'argomento attraverso alcuni siti web, per poi pubblicare un lungo video di spiegazioni.

Secondo Joystiq sarebbero circa 40 le persone licenziate, lasciando così Gas Powered Games con una piccola minoranza di persone ancora attive: proprio di recente, lo studio aveva lanciato come saprete una campagna Kickstarter per finanziare Wildman, “gioco di ruolo evolutivo” attualmente arrivato a 210.000$ raccolti rispetto ai 1,1 milioni richiesti per la sua realizzazione.

Proprio Wildman diventa a questo punto fondamentale: mantenendo tutto lo staff al proprio interno infatti, in caso di insuccesso della campagna su Kickstarter non sarebbe rimasta altra scelta che la chiusura completa di Gas Powered Games. Drammaticamente, lo stesso Taylor ha chiesto ai backer se andare avanti oppure no:

"Ora che ci sono stati licenziamenti nel team, dovrei continuare con la campagna per vedere se i numeri migliorano, e assumere lo staff al suo termine nel caso in cui voglia tornare? O devo chiudere la campagna stasera, o domani, e metterci una pietra sopra? Manteniamo la campagna o l'abbandoniamo? Decidete voi."

La decisione di compiere questo passo potrebbe essere arrivata a seguito della tiepida accoglienza da parte di Kickstarter nei confronti di Wildman, che tra l'altro chi vi scrive è stato ben lieto di foraggiare. Ricordiamo che Gas Powered Games, o quel che ne resta, è composto da persone alle quali si devono giochi come Total Annihlation, Demigod, Dungeon Siege e Supreme Commander. Vederlo chiudere sarebbe di sicuro un dispiacere.

Via | Gamepolitics.com

  • shares
  • Mail