Forbes: "Nintendo abbandonerà la produzione di console"

nintendo-game-overNintendo abbandonerà la produzione di console e diventerà un semplice sviluppatore di terze parti, esattamente come ha già fatto in passato Sega. A sostenerlo è la prestigiosa rivista finanziaria Forbes, che con l'articolo "Nintendo: the new Sega" spiega perché la casa di Super Mario potrebbe voler abbandonare il business dell'hardware.

L'analista economico Tristan Louis analizza lo stato delle vendite della nuova Wii U, che finora non sono state all'altezza delle aspettative di Nintendo, e fa riferimento a uno studio di Gamasutra secondo cui solo il 6.4% degli sviluppatori di videogiochi è attualmente al lavoro su Wii U, una percentuale pari a circa la metà di quella registrata nel caso delle dirette concorrenti PlayStation 3 e Xbox 360. La conclusione è la medesima a cui erano già giunti altri analisti prima di lui (come Michael Pachter): la cosa migliore dal punto di vista finanziario sarebbe interrompere la produzione di console e sviluppare giochi per terze parti.

Ciò sembrerebbe essere molto indicato, perché Nintendo è già un fortissimo publisher di giochi. Una strategia chiave sarebbe anche entrare più massicciamente nel sempre più prolifico mercato di smartphone e tablet:

«Nintendo è già un publisher di giochi gigante - più grande di EA, Blizzard Activision, Ubisoft, o Take-Two. E come tale, ha una ricca libreria di titoli che, se vuole, può portare su altre piattaforme. Spostando un po' dello sviluppo su iOS potrebbe estendere grandemente il suo potere, invece di perdere importanza in questa fetta critica di pubblico. I guadagni aumenterebbero e gli sviluppatori diventerebbero più rapidi e adattabili ai cambi di trend del marketing. Le indiscrezioni dicono che Nintendo sia intenzionata a investigare sulla possibilità di diventare esclusivamente una software house.»

Che ne pensate? Di certo un Super Mario o uno Zelda su PlayStation 4 suonano davvero strani!

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: