Tom Clancy's The Division: nuovo video sui DLC e sugli aggiornamenti post-lancio

Il direttore creativo di Massive Entertainment motiva le scelte che hanno portato all'esclusione della cooperativa a schermo condiviso tra le opzioni di gioco del prossimo sparatutto a mondo aperto di Ubisoft

A meno di una settimana dal lancio di Tom Clancy's The Division, i curatori del sito ufficiale dello sparatutto a mondo aperto di Massive Entertainment giocano d'anticipo e, per prepararci nel migliore dei modi al grande evento, pubblicano un video e una dettagliata scheda informativa sulle tempistiche di rilascio e sulla "destinazione d'uso" delle espansioni a pagamento e degli aggiornamenti gratuiti che avremo modo di scaricare nel corso dell'Anno 1 di questo ambizioso titolo targato Ubisoft.

Oltre alla descrizione per sommi capi dei contenuti delle tre espansioni legate al Season Pass, la scheda diffusa dagli autori svedesi ci offre delle succulente anticipazioni sui primi due update gratuiti che verranno rilasciati in aprile e a maggio per ampliare il ventaglio di modalità di gioco offerte all'utente attraverso l'introduzione delle Incursioni (con sfide cooperative da portare a compimento per acquisire armi ed elementi di equipaggiamento rari) e della modalità Conflitto (con scontri multiplayer da svolgersi all'interno della Zona Nera).

    Incursioni
    In aprile, il primo aggiornamento gratuito introdurrà la prima Incursione, una nuova sfida di alto livello specificatamente sviluppata per essere affrontata in gruppo. Le squadre potranno mettere alla prova le loro abilità affrontando nemici apparentemente inarrestabili per guadagnare equipaggiamento e armi di alto livello. Questo aggiornamento aggiungerà anche una delle funzionalità più richieste dalla community, la possibilità di scambiarsi il bottino raccolto durante le missioni tra membri della stessa squadra.

    Conflitto
    In maggio, il secondo aggiornamento gratuito aggiungerà nuove caratteristiche alla Zona Nera e una nuova incursione ambientata nell'iconico Columbus Circle.

    Nel corso dell'anno verranno anche rese disponibili tre espansioni a pagamento, incluse nel Season Pass, nella Gold Edition e nell'edizione Sleeper Agent/Collector's del gioco. Ogni espansione di The Division racconta una nuova tappa del viaggio del giocatore e mette a disposizione contenuti, equipaggiamento e gameplay inediti:

    Espansione I: New York Underground
    Disponibile in giugno, la prima, grande espansione permette ai giocatori di avventurarsi negli inesplorati sotterranei di New York, all'inseguimento di letali nemici in compagnia di altri tre agenti, in un dedalo di tunnel tutti da scoprire.

    Espansione II: Lotta per la Vita
    Disponibile quest'estate, la seconda espansione sfiderà i giocatori a sopravvivere il più a lungo possibile procurandosi risorse essenziali in un ambiente decisamente ostile.

    Espansione III: Fino alla Fine
    Il prossimo inverno, una nuova minaccia metterà a repentaglio i giocatori e le loro squadre, che dovranno prepararsi per difendersi da un nemico senza pietà.

Tom Clancy's The Division

sarà disponibile a partire dall'8 marzo su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Gli aggiornamenti gratuiti che verranno rilasciati sin dai giorni immediatamente successivi al lancio e nel corso dei prossimi mesi, ribadiscono gli stessi Massive Entertainment, coinvolgeranno tutti gli utenti e non richiederanno l'acquisto obbligato del Season Pass o delle singole espansioni ad esso associate (a differenza di un certo sparatutto sci-fi di cui ci sfugge il nome...).

via | The Division, sito ufficiale

Tom Clancy's The Division: perchè mancherà lo split screen?

Articolo originario del 13 febbraio 2016 - a cura di Michele Galluzzi

Nell'attesa che la fase di Beta pubblica di Tom Clancy's The Division parta ufficialmente su PC e console current-gen, il direttore creativo di Massive Entertainment Magnus Jansen si è concetto ai microfoni della redazione austriaca di Finder.com per motivare le scelte che hanno portato il suo team di sviluppo ad escludere la possibilità, da parte dei futuri acquirenti del prossimo sparatutto a mondo aperto di Ubisoft, di affrontare il gioco in cooperativa locale assieme ad un proprio amico tramite la modalità a schermo condiviso.


    "Lo split screen è da sempre una delle funzioni più divertenti e apprezzate dai giocatori, ma abbiamo deciso di non integrarla in The Division a causa della natura stessa del titolo. The Division è un gioco che permette agli utenti di passare fluidamente dal singleplayer al multiplayer e li pone in condizione di scegliere al volo se affrontare una missione in cooperativa o se rimanere da soli: in un simile contesto, non avrebbe davvero senso proseguire l'avventura rimanendo legati a un giocatore che deve o vuole staccare. In una classica esperienza di gioco a schermo condiviso, inoltre, ci sono delle sfide specifiche da compiere e una scaletta preimpostata di eventi da svolgere, mentre nella dimensione a mondo aperto di The Division tutto avviene 'in diretta', senza soluzione di continuità tra le missioni della storia e le attività basate sul free roaming."

Speriamo quindi che l'assenza della modalità cooperativa a schermo condiviso non condizioni negativamente l'esperienza di gioco complessiva dell'ultimo sparatutto a mondo aperto di Ubisoft così come promessoci dal suo direttore creativo, anche se per scoprirlo non dovremo fare altro che attendere che si faccia l'8 marzo per giocare a Tom Clancy's The Division su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

via | Finder.com.au

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO