No Man's Sky: la versione PS4 non richiederà un abbonamento PS Plus per giocare online

A poche settimane dall'uscita di No Man's Sky, l'editore e giornalista della redazione australiana di Game Informer David Milner ha contattato Sony per capire se le porte virtuali della dimensione procedurale dell'attesa avventura sandbox di Hello Games saranno aperte anche ai non abbonati a PS Plus. La risposta dei portavoce del colosso giapponese, naturalmente, non si è fatta attendere:

"Ho appena avuto conferma da Sony: non sarà necessario abbonarsi a PlayStation Plus per giocare No Man's Sky online. Alcuni lettori erano un po' confusi a tal proposito. Buona notizia."

Diversamente dalla stragrande maggioranza degli altri videogiochi con funzionalità multiplayer presenti nella ludoteca di PS4, quindi, l'ultima fatica sci-fi di Sean Murray potrà essere apprezzata anche dagli utenti della console Sony che hanno deciso di non abbonarsi al PlayStation Plus. Più che per una questione meramente commerciale e pubblicitaria, i motivi che hanno portato Sony a prendere questa decisione vanno ricercati nella natura della componente in rete di No Man's Sky: a prescindere dal numero di giocatori connessi online, infatti, sarà estremamente difficile incrociare lo sguardo di altri esploratori galattici a causa dell'enorme numero di pianeti da visitare (18 miliardi di miliardi) e delle loro dimensioni.

Chiarito questo, non ci rimane che ricordarvi che No Man's Sky è atteso al lancio per il 10 agosto su PC e, ovviamente, su PlayStation 4.

via | Twitter, profilo David Milner

No Man's Sky: il lato esplorativo dell'avventura in un nuovo video pieno di alieni

Articolo originario del 14 luglio 2016 - a cura di Michele Galluzzi

Terminati i festeggiamenti per l'avvenuto raggiungimento della fase Gold di No Man's Sky, i ragazzi di Hello Games contano i giorni che li dividono dall'uscita del loro attesissimo progetto confezionando il primo di una nuova serie di filmati esplicativi dedicati agli aspetti fondamentali del titolo.

In questo video (e nelle relative immagini), il team capitanato da Sean Murray ci offre un assaggio dell'infinita varietà di creature, di piante, di strutture architettoniche, di condizioni meterologiche e di astronavi che avremo modo di scoprire esplorando liberamente l'universo procedurale di No Man's Sky con lo scopo ultimo di arrivare al centro della galassia e scoprire il segreto che si cela dietro ai manufatti alieni disseminati tra i pianeti.

I misteriosi monoliti alieni saranno ricoperti di iscrizioni: per poter comprendere il linguaggio di questa antichissima civiltà extraterrestre dovremo viaggiare tra le stelle e imparare lentamente il significato di ogni singola parola (o ideogramma) impressa su questi monumenti. Anche le altre civiltà aliene con cui entreremo in contatto nel corso dell'avventura (per commerciare in risorse o in informazioni) parleranno una lingua propria da imparare attraverso l'esplorazione: da questo punto di vista, è consolante sapere che il gioco sarà localizzato in italiano.

L'immenso universo di gioco di No Man's Sky sarà accessibile a tutti gli appassionati di avventure spaziali su PC e PlayStation 4 a partire dal 10 agosto.

  • shares
  • Mail