PlayStation 4 e il cross-play: il CEO di Sony si dice possibilista

cross-play-ps4-xbox-one-pc-nintendo-switch.jpg

Il dibattito riguardante l'assenza del cross-play tra PlayStation 4 e le altre piattaforme della "concorrenza" sta animando i forum di settore e i social network e rischia di infiammarsi a breve, se il fenomeno di Fortnite continuerà a crescere (nulla lascia presagire il contrario) e se società come Microsoft e Nintendo rinsalderanno ulteriormente la partnership inaugurata con l'aggiornamento Bedrock di Minecraft.

L'amministratore delegato di Sony, Shawn Layden, ha così voluto dire la sua sulle pagine di Eurogamer.net per chiarire la posizione del colosso videoludico giapponese:

"Ascoltiamo la community e, riguardo al cross-play, stiamo vagliando diverse possibilità, le circostanze ci impongono di considerare la questione in un'ottica ben più ampia del singolo videogioco. Sono fiducioso che la soluzione che proporremo in un prossimo futuro sarà compresa e accettata dall'utenza PlayStation, il tutto rimanendo fedeli al nostro modello di business."

Come ben sapranno gli appassionati di videogiochi di lungo corso, il cross-play è uno di quegli argomenti ricorrenti che tornano ciclicamente alla ribalta mediatica con il cambio generazionale di console o, come in questo caso, con l'esplosione di fenomeni come quello legato a Fortnite. Non c'è da sorprendersi, quindi, se sulla questione il buon Michael Pachter si è già fatto un'idea ben precisa sin dal 2011, con delle considerazioni ancora attualissime che meritano di essere riproposte:

"Sony e Microsoft sono in affari per distruggersi l'una con l'altra. Il loro obiettivo è mandare a casa l'avversario. È veramente divertente parlare con loro: quando parli con Microsoft tutto quel che ti vogliono dire è quanto faccia schifo Sony, e quando parli con Sony tutto quel che ti vogliono dire è quanto tutti i loro prodotti sono meglio di quelli Microsoft. Questa gente è alla continua ricerca di ragioni per dimostrare di essere meglio della concorrenza, quindi non collaboreranno mai. [...] Ogni costruttore di console vede la propria community come una sorta di punto vendita, con giocatori che convincono i propri amici a comprare la stessa console. Non vedremo mai il multiplayer cross-platform."

E voi, cosa ne pensate al riguardo? Fatecelo sapere attraverso la bianca lavagna dei commenti che trovate a fondo articolo.

via | Eurogamer.net

  • shares
  • Mail