BioShock Infinite: Ken Levine risponde alle critiche sulla copertina ufficiale

BioShock Infinite: parodia copertina ufficiale - galleria immagini

Montate per giorni sui forum "di settore" e sfociate di recente nel simpatico contest di Kotaku di cui ci siamo occupati giusto ieri, le critiche degli appassionati per la scelta della copertina ufficiale di BioShock Infinite hanno spinto il boss degli Irrational Games, Ken Levine, a intervenire in prima persona sulle pagine di Destructoid prima e di Wired poi per illustrare i motivi che hanno spinto il suo staff a scegliere Booker DeWitt (e non Elizabeth o i palazzi fluttuanti della città utopica di Columbia) come protagonista unico del boxart:

"Per la copertina di BioShock Infinite, la scelta di Booker è stata una questione di marketing calcolata in modo equo. Capisco che gli appassionati di lungo corso si siano risentiti per questa decisione, ma il boxart serve per vendere un gioco, deve attrarre il maggior numero possibile di acquirenti e non deve necessariamente esprimerne gli elementi artistici, della trama o del gameplay. La copertina deve suscitare curiosità in chi non ha seguito il processo di sviluppo e non ha visto i nostri video-diari o delle scene di gioco, se avessimo scelto un boxart più esplicito sarebbe stato ad uso e consumo esclusivo dei giocatori hardcore."

Il problema della copertina, comunque, non si porrà al momento della commercializzazione di BioShock Infinite, previsto per il 23 marzo 2013 su PC, PS3 e X360: per accontentare la base, infatti, il buon Levine e i ragazzi del suo team metteranno a disposizione sul sito ufficiale dei boxart alternativi da poter scaricare e stampare gratuitamente.


BioShock Infinite: copertina ufficiale - galleria immagini

BioShock Infinite: copertina ufficiale - galleria immagini
BioShock Infinite: copertina ufficiale - galleria immagini

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: