Nintendo: “3DS e PSP2 molto diverse, saranno i giocatori a decidere”

Satoru Iwata, presidente di Nintendo, ha di fatto aperto la nuova “portable war” rilasciando le prime dichiarazioni riguardo la presentazione di Sony PSP2, concorrente diretta del 3DS. Secondo Iwata i due prodotti sono molto diversi e sta ai giocatori decidere quale sia più giusto comprare:«Stanno cercando di attirare clienti in un modo diverso da noi.


Satoru Iwata, presidente di Nintendo, ha di fatto aperto la nuova “portable war” rilasciando le prime dichiarazioni riguardo la presentazione di Sony PSP2, concorrente diretta del 3DS. Secondo Iwata i due prodotti sono molto diversi e sta ai giocatori decidere quale sia più giusto comprare:

«Stanno cercando di attirare clienti in un modo diverso da noi. I giocatori decideranno quale dei due modi è quello corretto. Nintendo non è il tipo di azienda che si preoccupa di pensare a come contrastare un prodotto concorrente»

Le due console portatili sono in effetti molto diverse: Nintendo 3DS vanterà funzionalità 3D e grafica sensibilmente inferiore, ma molto probabilmente anche un prezzo di molto inferiore. PSP2 (nome ancora non ufficiale) punterà invece su una prepotenza hardware da fare invidia alle attuali console casalinghe, ma con un prezzo che probabilmente lascerà scontenti molti.

Nintendo 3DS arriverà in Italia il 25 marzo al prezzo di 259€. PSP2 è prevista entro il 2011 con prezzo ancora ignoto.

Ti potrebbe interessare
Playstation 3 aggiornabile al firmware 1.70
Brevi Downloads Ps3

Playstation 3 aggiornabile al firmware 1.70

Disponibile dal 19 Aprile la versione 1.70 del firmware per Playstation 3. Questo update consentirà di:– giocare i giochi PSone, scaricati da Playstation Store, direttamente su console PS3 (prima invece era solo possibile giocarli via PSP)– possibilità di usare i salvataggi dei giochi PSone sul sistema PSP– compatibilità di più periferiche PSone e Playstation 2

Chiude Game Network
Senza categoria

Chiude Game Network

Cristian dice che non ne sentiremo la mancanza, io invece ripenso a come il primo tentativo di tv italiana dedicata ai videogame sia stata un lungo seguire di errori, dilettantismo e ingenuità comunicativa. Peccato. L’esperienza si chiude così, nella speranza che a qualcuno venga in mente di[…]