Scribblenauts: un nuovo progetto su Nintendo DS

Mentre molti avevano focalizzato la propria attenzione su altri possibili progetti come un seguito del fortunato Drawn to Life o un nuovo particolarissimo RPG, 5TH Cell se ne esce con qualcosa di davvero stupefacente – almeno nelle premesse – e soprattutto inaspettato: Scribblenauts! L’idea alla base è talmente semplice quanto accattivante. Si tratterà di risolvere

Mentre molti avevano focalizzato la propria attenzione su altri possibili progetti come un seguito del fortunato Drawn to Life o un nuovo particolarissimo RPG, 5TH Cell se ne esce con qualcosa di davvero stupefacente – almeno nelle premesse – e soprattutto inaspettato: Scribblenauts!

L’idea alla base è talmente semplice quanto accattivante. Si tratterà di risolvere dei piccoli “enigmi” mediante il ricorso ad oggetti che saremo noi a dovere, letteralmente, materializzare. Per farlo? Basterà scrivere l’oggetto o qualunque altra cosa di cui avremo bisogno per raggiungere l’obbiettivo.

Insomma, ciò che propone il geniale Jeremiah Slaczka è un progetto davvero ambizioso e dagli imprevedibili risvolti. Ma poiché le immagini dicono sempre più delle parole, fatevi da voi un’idea visionando il breve filmato dopo la pausa.

via | IGN

Ti potrebbe interessare
Fable II: utilizzo del microfono non aggiunto
RPG Xbox 360

Fable II: utilizzo del microfono non aggiunto

Il compagno canino di Fable II è stato introdotto come strumento per collegare i giocatori al mondo di Albion, interagendo grazie ai pulsanti del controller. Sembra però che inizialmente Lionhead avesse inserito la possibilità di dare direttamente comandi vocali grazie al microfono di Xbox 360. In un’intervista rilasciata a MTV Multiplayer, Peter Molyneux ha affermato

Gay.com vs GamesRadar.com
Brevi

Gay.com vs GamesRadar.com

E’ a causa di questo articolo dal titolo “Are the gay” che Games Radar ha attirato su di se le critiche del sito Gay.com, e più precisamente del news editor Hassan Mirza, intervistato da Gamesindustry. Nell’articolo si fantastica un po’ balzanamente su potenziali fattori che potrebbero concorrere a far etichettare come “gay” cinque personaggi dei