The Last of Us: gli sviluppatori contano anche sul pubblico femminile

Neil Druckman di Naughty Dog ha imposto che le sessioni di test del gioco fossero allargate anche alle ragazze

Non solo gli sviluppatori di Naughty Dog riescono a confezionare giochi di successo, ma tengono d'occhio con attenzione anche tutto il lato promozionale, vera e propria colonna portante di un progetto ben riuscito. A testimonianza di ciò arriva quanto rivelato dal direttore creativo Neil Druckman: il team è intervenuto direttamente quando è venuto a sapere che nel gruppo di testing preliminare radunato da Sony per The Last of Us figuravano solo videogiocatori maschi. I Naughty Dog hanno protestato, e imposto che fossero incluse anche ragazze. Dalle pagine di The Escapist, Druckman ha spiegato:

«Uno degli aspetti che influenzano il lato promozionale di un gioco è il focus-testing. I giocatori vengono radunati e viene chiesto loro di visionare il materiale e rispondere a delle domande sul suo aspetto qualitativo e quantitativo. Con mia grande sorpresa, sono venuto a sapere che questo gruppo di ricerca non aveva in programma di includere videogiocatrici femmine, quindi ho dovuto fare una richiesta specifica. Spero che questo sia un retaggio del passato che scomparirà presto»

Qualche settimana fa Naughty Dog aveva risposto picche a Sony, che per motivi commerciali chiedeva di spostare la protagonista femminile Ellie sullo sfondo della copertina ufficiale, allo scopo di dar più spazio al protagonista maschile Joel. Insomma: sembra proprio che gli sviluppatori californiani siano pronti a tutto pur di combattere il cliché del videogiocatore maschio, e dare sempre più spazio anche al pubblico femminile. Bella loro!

The Last of Us sarà disponibile come esclusiva PlayStation 3 dal 14 giugno, preceduto da una demo giocabile il 31 maggio.

  • shares
  • Mail