Secondo Crytek EA non è poi così malvagia

Il CEO di Crytek Cevat Yerli ha recentemente parlato di Electronic Arts in toni lusinghieri a GamesIndustry.biz, dicendo che grazie al colosso americano Crysis ha tratto moltissimi benefici (leggi: soldi) che con Ubisoft non ci sarebbero stati (leggi: meno soldi). «Ogni cosa è più grande (leggi: più soldi). Dal punto di vista del business, con



Il CEO di Crytek Cevat Yerli ha recentemente parlato di Electronic Arts in toni lusinghieri a GamesIndustry.biz, dicendo che grazie al colosso americano Crysis ha tratto moltissimi benefici (leggi: soldi) che con Ubisoft non ci sarebbero stati (leggi: meno soldi).

«Ogni cosa è più grande (leggi: più soldi). Dal punto di vista del business, con EA abbiamo un maggiore supporto (leggi: più soldi), una migliore distribuzione e un miglior marketing alle spalle. Ciò equivale a più libertà (no. leggi: più soldi). Possiamo dettare più regole, e allo stesso tempo chiedere maggior supporto (più soldi? probabile) perché entrambe le parti vogliono il meglio per questo gioco».

Insomma, per fortuna di Crytek EA ha i soldi.

Ti potrebbe interessare
[GDC 11] Ace Combat: Assault Horizon in immagini e video
Action Ps3 Screenshot

[GDC 11] Ace Combat: Assault Horizon in immagini e video

Le alte sfere di Namco Bandai hanno atteso saggiamente l’apertura del GDC 11 per rimpinguare la galleria multimediale di Ace Combat: Assault Horizon con una serie davvero nutrita di immagini di gioco accompagnate da un video che ci permette di ammirare la 108° unità di Task Force in azione. Sviluppato ancora una volta dai ragazzi