Sword of the New World – un MMORPG coreano per i mercati occidentali

Granado Espada (o Sword of the New World – come si chiamerà da noi) è un MMORPG coreano a base di pirati, moschetti e esplorazione dei mari (è ispirato alla conquista dell’America) che ha un certo successo in patria. I creatori hanno pensato bene di lanciarlo sul mercato occidentale. Oddio, non è che le cose



Granado Espada (o Sword of the New World – come si chiamerà da noi) è un MMORPG coreano a base di pirati, moschetti e esplorazione dei mari (è ispirato alla conquista dell’America) che ha un certo successo in patria.
I creatori hanno pensato bene di lanciarlo sul mercato occidentale. Oddio, non è che le cose siano andate benissimo con Lineage e il suo seguito. Ma tutto considerato questo gioco non ha concorrenti dalla simile ambientazione (almeno per il momento: Pirates of the Burning Sea pare esca a giugno).

Qui potete iscrivervi alla beta. A giudicare comunque dal comunicato stampa, la prima Beta che partirà il 17 maggio sarà diretta soltanto a Australiani, NeoZelandesi e agli altri giocatori di lingua inglese del sudest asiatico.

Non male comunque, la grafica. Il mondo ha bisogno di più MMORPG con ambientazione piratesca e di avatar vestiti in modo ridicolo.

[via Kotaku]

Ti potrebbe interessare
Continuano le sventure economiche di Atari
Segnalazioni Varie

Continuano le sventure economiche di Atari

Ormai dovremmo averci fatto l’abitudine, visto che già da diverso tempo il marchio Atari non si trova a navigare in acque tranquille dal punto di vista economico: tra terremoti societari e cessioni di proprietà intellettuali importanti, la società controllata da Infogrames sembra proprio condannata ad un triste destino. Annunciando i risultati relativi al terzo quarto

PS3 – Costi e Tempi
Ps3 Varie

PS3 – Costi e Tempi

E’ da qualche giorno che le notizie riguardo PS3 volano nella rete, si accavallano, si smentiscono, si aggrovigliano… e alla fine ci lasciano solo l’amaro in bocca. Ma visto che gli amici di gadgetblog.it ci hanno imbeccato con il loro articolo sui possibili costi di PS3, eccoci ancora a parlare della futura console creata (ndr,