Gears of War 4, gli sviluppatori svelano la cover definitiva e la data di uscita

L’atteso sparatutto di Microsoft e The Coalition approderà su Xbox One a metà ottobre: ecco quale sarà l’immagine che campeggerà sulla copertina ufficiale

Guarda la galleria: Gears of War 4: immagini da Game Informer

Il boss di The Coalition Rod Fergusson concede una ghiotta esclusiva ai giornalisti di Entertainment Weekly annunciando sulle loro pagine che Gears of War 4 sarà ufficialmente disponibile su Xbox One a partire dall’11 ottobre di quest’anno.

L’annuncio della data di lancio di questo attesissimo sparatutto s’accompagna alla pubblicazione dell’artwork scelto dalla sussidiaria statunitense di Microsoft per la copertina ufficiale del titolo: in essa, in maniera piuttosto prevedibile, possiamo ammirare il terzetto di eroi che avremo modo di guidare in battaglia contro i cattivoni dello Sciame, la cui identità coinciderà con quella del figlio del leggendario Marcus Fenix JD Fenix, della giovane ma già grande esperta di sopravvivenza Kait Diaz e dell’ex membro dei COG Delmont “Del” Walker, grande amico di JD e perennemente alla ricerca di emozioni forti.

Gears of War 4: annunciate le date della Beta multiplayer

La copertina ufficiale propone poi un quarto protagonista “nascosto” rappresentato dalla violenza delle condizioni atmosferiche che sperimenteremo nel corso del gioco: l’avanzato sistema climatico studiato dai ragazzi di The Coalition, infatti, promette di caratterizzare ciascuno scontro a fuoco attraverso degli eventi meteo così violenti da modificare, ad esempio, la traiettoria dei proiettili sparati dai nemici e dai membri della propria squadra, oltre all’atteggiamento assunto dall’utente passando da una copertura all’altra per schivare gli attacchi dei nuovi invasori dello Sciame.

Per poter immergerci nelle atmosfere sparatutto di Gears of War 4, però, non servirà attendere fino a metà ottobre ma basterà pazientare fino alla prossima fase di beta testing a porte aperte che avrà luogo dal 25 aprile al 1° maggio, con la possibilità di anticipare al 12 aprile l’accesso alla beta qualora si fosse già in possesso di Gears of War: Ultimate Edition.

via | Entertainment Weekly

Ti potrebbe interessare
American McGee reinventa Cappuccetto Rosso
Curiosità Segnalazioni Varie

American McGee reinventa Cappuccetto Rosso

American McGee ha pubblicato sulla propria pagina di Flickr alcuni concept art legati alla reinterpretazione di Cappuccetto Rosso, pensata per un videogioco.La compagnia di sviluppo di McGee è al momento impegnata con Return of Alice, ma spera che un produttore decida di finanziare il nuovo progetto per affiancarlo ai lavori attualmente in corso.“Se saremo fortunati”

Rinviata a dicembre la tastiera wireless per PlayStation 3
Brevi Hardware Ps3

Rinviata a dicembre la tastiera wireless per PlayStation 3

Secondo quanto riportato su Gamespot, Ian Jackson di Sony avrebbe annunicato durante il BMO Capital Markets Interactive Entertainment Conference di ieri lo slittamento di data della tastiera wireless ufficiale per il controller di PlayStation 3.Tale slittamento prevede quindi il rilascio dell’accessorio Sony in America per dicembre, quando inizialmente era atteso per fine novembre. Ricordiamo inoltre

PlayStation Network: Home, obiettivi sbloccabili, film e altro ancora
Ps3 Varie

PlayStation Network: Home, obiettivi sbloccabili, film e altro ancora

Una delle critiche più frequenti che vengono mosse nei confronti del PlayStation Network è una certa arretratezza di caratteristiche rispetto a Xbox Live, soprattutto dal punto di vista dell’interfaccia, della quantità dei contenuti e degli obiettivi sbloccabili, vera fissazione dei giocatori Xbox 360 (e a quanto pare anche di molti Playstationari). Da una recente intervista

Computerworld: Dreamcast è stato un flop
Segnalazioni

Computerworld: Dreamcast è stato un flop

In questo articolo Computer World passa in rassegna tutti i più grandi flop tecnologici degli ultimi anni. La notizia è che insieme ad Apple Newton, DAT portatili e Internet Currency, troviamo il Dreamcast (non inserito ufficialmente in classifica). La console Sega si meriterebbe l’etichetta di “flop” per aver venduto poco più di dieci milioni di