Activision preoccupata dai prezzi di Move e Kinect


Thomas Tippl di Activision ha implicitamente criticato il prezzo di Move e Kinect, esprimendo una certa preoccupazione per la base installata che queste due periferiche riusciranno a garantire e facendo capire che solo se quest'ultima sarà soddisfacente si potrà pensare di creare un buon numero di giochi per i nuovi controller.

«Come publisher dobbiamo essere preoccupati di come i prezzi influiranno sulla base installata che ci sarà. Maggiore sarà la base installata più facilmente riusciremo a giustificare il nostro investimento, quindi più i prezzi sono bassi e meglio Nell'ambiente economico odierno questo aspetto è più importante che mai. Dovremo vedere quanta base installata riusciranno a raggiungere»

Tippl ha poi continuato specificando che la selezione per determinare quali giochi saranno dotati di supporto a Move/Kinect sarà fatta molto scrupolosamente:

«Abbiamo qualche franchise dove pensiamo che possa essere interessante migliorare l'esperienza del giocatore. Ad esempio Tony Hawk. O Rapala Fishing. Ma non sarà di certo una prassi per tutti i giochi, perché non penso che [i nuovi controller] si adattino a tutti i titoli. Non possono migliorare l'esperienza di ogni gioco.»

Queste parole potrebbero essere viste come l'ennesima conferma di due cose: prezzi troppo alti e natura spiccatamente casual.

  • shares
  • Mail
43 commenti Aggiorna
Ordina: