Ubisoft ammette i problemi di Watch Dogs e promette migliorie per il sequel

Le ambizioni di Ubisoft per Watch Dogs 2 sono grandissime: ce le racconta Lionel Raynaud.

Watch Dogs: galleria immagini

Per Watch Dogs il debutto sul mercato non è stato semplicissimo: accompagnato da un hype smisurato, il titolo targato Ubisoft è stato accolto da recensioni dai pareri altalenanti, all'interno delle quali sono stati evidenziati pregi e difetti dell'ambizioso progetto.

Tra i vari problemi, i bug che affliggevano la versione PC di Watch Dogs e alcune scelte non proprio felici tra la vasta serie di meccaniche di gameplay introdotte dagli sviluppatori all'interno del gioco, che ha comunque ottenuto un buon successo sul mercato al punto da intravedere un seguito.

Watch Dogs: galleria immagini

Ai microfoni di CVG, Lionel Raynaud di Ubisoft Montreal si è detto consapevole dei problemi di Watch Dogs, promettendo migliorie in futuro:

"Ci sono problemi, ovviamente. Vogliamo assolutamente risolverli e sorprendere i giocatori, e il modo in cui risolveremo alcuni di questi difetti sarà piuttosto radicale. Ci sono parti del gioco che devono cambiare.

Abbiamo l'ambizione di avere giochi che siano mondi con sistemi che offrano spazi e libertà per i giocatori, che permettano loro di scoprire il mondo nel modo in cui vogliono. Li vogliamo meno narrativi o guidati dai personaggi, e più creativi, con più scelte per il giocatore.

Questa è un'ambizione abbastanza alta e richiederà che sviluppiamo tecnologie che non abbiamo creato per Watch Dogs 1, ma questa - combinata con i fix e la rifinitura di ciò che ha funzionato - sarà probabilmente la strada da percorrere per Watch Dogs 2."

Non a caso, Watch Dogs è stato paragonato al primissimo Assassin's Creed, titolo con cui Ubisoft ha gettato le basi del suo brand, diventato poi tra i principali sul mercato. Anche Raynaud fa lo stesso tipo di ragionamento, promettendo di costruire sulle fondamenta messe col primo capitolo.

  • shares
  • Mail