Sony denunciata per la breccia nel PSN


Era inevitabile che, dopo la prestazione disastrosa di Sony riguardo alla sicurezza del PlayStation Network, qualcuno decidesse di far causa all'azienda.

In particolare un utente americano del PSN ha citato in giudizio Sony per la fuga di dati personali in seguito all'attacco hacker della scorsa settimana.

Kristopher Johns, 36 anni, di Birmingham (Alabama) ha accusato Sony di "non aver adeguatamente protetto, nascosto e accudito i dati personali e sensibili dei propri utenti". Johns, inoltre, si lamenta a ragione dei lunghi tempi di reazione della multinazionale, che ha atteso davvero troppo a lungo prima di mettere gli utenti al corrente dell'accaduto, esponendoli a potenziali danni economici e impedendogli di correre tempestivamente ai ripari. Cosa ne pensate? Su queste basi credete che sia giusto agire nei confronti di Sony?

  • shares
  • Mail
88 commenti Aggiorna
Ordina: