Metal Gear Solid HD Collection: la recensione

Metal Gear Solid HD Collection: la recensione

Era l’anno 1987 quando il primo Metal Gear vide la luce per MSX 2. Praticamente venticinque anni sono trascorsi per una serie che è diventata una vera e propria leggenda all’interno del mercato videoludico, grazie a un successo di dimensioni planetarie che probabilmente nemmeno il suo papà Hideo Kojima si sarebbe aspettato di ottenere.

Dopo i primi due capitoli, dalla fine deglii anni ‘90 in poi il “nuovo corso” della serie, individuato col titolo Metal Gear Solid, ha contribuito in modo decisivo alla crescita del marchio PlayStation, diventando coi suoi episodi titoli di punta di tutte e 3 le console casalinghe di casa Sony. Ma Kojima e le sue idee non si sono fermate qui, approdando anche su PSP e facendo anche significative apparizioni sulle altre piattaforme presenti sul mercato. Come forse saprete, la Metal Gear Solid HD Collection di cui ci troviamo a parlare oggi permette in un colpo solo a tutti possessori di PlayStation 3 e Xbox 360 (e in futuro anche quelli di PlayStation Vita) di godere dei due primissimi Metal Gear, più Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, Metal Gear Solid 3: Snake Eater e Metal Gear Solid: Peace Walker.

Andiamo dunque a scoprire dopo il salto che cosa ci ha riservato Konami per l’occasione.

Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini

Chi si aspetta di trovare qualcosa di nuovo dal punto di vista del contenuto in Metal Gear Solid HD Collection deve fare i conti col fatto che si tratta di una raccolta, o poco più. Anche in quest’ottica comunque ci sono alcuni elementi da apprezzare, riguardanti l’accoppiata composta da Metal Gear Solid 2 e Metal Gear Solid 3. Nel disco troviamo infatti le rispettive versioni Substance e Subsistence, anch’esse risalenti agli anni passati e come saprete arricchite rispetto alle loro versioni base con nuovi contenuti. Se anche tutto questo non costituisce sicuramente niente di nuovo, l’occasione offerta dalla HD Collection può essere sicuramente sfruttata anche da chi dovesse essersi perso negli anni passati l’arrivo delle versioni evolute di MGS 2 e MGS 3, pur avendo giocato i due capitoli originali.

Andando invece più ad alto livello nell’analisi la HD Collection ci riserva praticamente nessun cambio dal punto di vista dei contenuti: le meccaniche di gioco sono sempre quelle di un tempo, com’è giusto che sia, per cui qualcuno potrebbe trovare forse ormai sorpassate alcune parti, anche paragonate all’ultimo arrivato della serie, Metal Gear Solid 4. Ma l’obiettivo di Konami è sicuramente chiaro: mettere insieme cinque giochi, indipendentemente dalla loro “anzianità”, dando modo sia a vecchi appassionati che a nuovi possibili fan dell’universo Metal Gear di ottenere in un colpo solo alcuni dei titoli che hanno fatto la storia. Volendo comunque dividere in parti questa HD Collection, possiamo separare per ovvi motivi dal resto i primi due capitoli visti su MSX 2, mettendo da parte anche il più giovane del quintetto, Peace Walker: la sua realizzazione diversa rispetto agli altri due episodi si nota sia perché si tratta di un gioco sviluppato per dispositivo portatile (PSP), sia perché appunto arrivato sul mercato in tempi più recenti, a metà 2010.

Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini

Patriots in alta definizione


È dunque la grafica il cuore di Metal Gear Solid HD Collection, e per quanto detto finora non potrebbe essere altrimenti. MGS 2 (2001) e MGS 3 (2004) sono stati su PlayStation 2 dei titoli di sicuro impatto, ma vederli oggi nella loro veste originale non avrebbe impressionato praticamente nessuno: il lavoro svolto da Konami è stato essenzialmente indirizzato verso la possibilità di arrivare a una risoluzione che rientrasse tra quelle cosiddette ad alta definizione, 720p, mantenendo allo stesso tempo un frame rate accettabilmente ancorato ai 60fps. Il risultato complessivo può essere di sicuro promosso, anche se il numero di frame al secondo in alcuni momenti sembra avere qualche incertezza: la base dopotutto è sempre quella di una tecnologia risalente ad alcuni anni fa, nel caso di MGS 2 addirittura a ben più di dieci.

Per tale motivo, aspettarsi da questi remake tutto ciò che nel corso degli anni è arrivato sul mercato dal punto di vista tecnico potrebbe essere una mossa sbagliata: l’esempio più lampante è sicuramente quello relativo ai dialoghi e al livello di sincronizzazione del parlato, fermo allo stato dell’arte di alcuni anni fa. Volendo trovare il pelo nell’uovo avremmo forse gradito lo stesso trattamento anche per il primo Metal Gear Solid, o la possibilità di goderci i titoli della Collection anche in 3D, come già avvenuto con alcuni remake recenti di titoli con qualche annetto sulle spalle. A conti fatti comunque, l’unica critica che ci sentiamo di muovere riguarda la qualità delle texture, che ci saremmo aspettati di vedere un po’ migliorata in generale ma soprattutto in Peace Walker in quanto passato da PSP a PS3 e X360. Cose tutto sommato trascurabili comunque, che non vanno assolutamente a inficiare l’ottima qualità del prodotto finale. Per quanto riguarda il sonoro invece, assolutamente nulla da eccepire: voci e colonna sonora sono sempre di primissimo impatto, in grado di fare concorrenza a un film, con l’aggiunta di un godibilissimo surround 5.1 per nulla fine a sé stesso.

Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini

Commento finale


Metal Gear Solid HD Collection è un prodotto che strizza l’occhio ai fan più sfegatati della serie Metal Gear, non per questo annullando la possibilità di accogliere nuovi adepti grazie a questa serie di remake in alta definizione. Certo, se le leggendarie scene d’intermezzo di MGS 2 (a proposito, sono disponibili a pieno schermo) non vi sono mai piaciute, probabilmente continueranno ora a non piacervi, ma se semplicemente per pigrizia vi siete persi alcuni o tutti questi cinque titoli, potreste essere piacevolmente sorpresi rimediando allo stesso tempo a una grave lacuna nella vostra carriera da videogiocatori. Al prezzo di un solo gioco è infatti possibile portarsi a casa alcuni episodi di una serie che è semplicemente diventata un pezzo di storia del videogioco, destinata ad andare ancora avanti con il prossimo Metal Gear Rising: Revengeance.




Cosa ci piace

Cosa non ci piace



  • Cinque indimenticabili giochi al prezzo di uno

  • Sonoro con surround 5.1

  • Buono il lavoro per la grafica HD




  • Nulla di veramente nuovo

  • Tecnologia di fondo visibilmente datata


Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini
Metal Gear Solid HD Collection: nuove immagini

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: