Rainbow Six: Siege - nuovi dettagli sui DLC e sul supporto post-lancio

Il nuovo sparatutto tattico di Ubisoft Montreal godrà di un supporto a lungo termine

Gli sviluppatori canadesi di Ubisoft Montreal rassicurano tutti coloro che guardano con speranza al progetto di Rainbow Six: Siege confermando che il loro prossimo sparatutto tattico in soggettiva godrà di un supporto a lungo termine, come illustrato nell'infografica esplicativa sui contenuti aggiuntivi e sulle espansioni che saranno rilasciate a cadenza mensile per tutto il 2016.

I nuovi contenuti, a detta dei boss della sussidiaria nordamericana di Ubi, saranno pubblicati durante l'anno sotto forma di stagioni, che coincideranno con le dinamiche di gioco classificate. Complessivamente, il programma prevede la pubblicazione di 4 nuove mapppe (per multigiocatore online e Caccia ai terroristi), di 8 nuovi operatori (con nuove armi primarie/secondarie e gadget unici), di nuovi oggetti estetici e di modalità di gioco inedite, con eventi classificati e attività a tempo.

Tutti i contenuti propostici da Ubisoft Montreal potranno essere scaricati gratuitamente spendendo i punti Fama ottenuti completando simulazioni e partite di Caccia ai terroristi o nel multigiocatore online: gli utenti più "sbrigativi" potranno sempre optare per l'acquisto di pacchetti di crediti R6, la valuta virtuale venduta tramite il negozio interno per le microtransazioni che sarà disponibile sin dal lancio del titolo su tutte le piattaforme. Gli sviluppatori, però, ci tengono a precisare che tutti gli elementi acquistabili tramite crediti R6 saranno gli stessi sbloccabili con i punti Fama guadagnati nelle normali sessioni di gameplay.

Rainbow Six: Siege sarà disponibile a partire dal 1° dicembre di quest'anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

rainbow-six-siege-programma-dlc-post-lancio.jpg

Rainbow Six: Siege - nuovo filmato dimostrativo sulle missioni in singolo

Aggiornamento del 25 ottobre 2015 - a cura di Michele Galluzzi

Rainbow Six: Siege darà il meglio di sé nelle operazioni cooperative e nelle arene delle modalità multiplayer competitive, ma ciò non vieta ai futuri acquirenti dello sparatutto simulativo di Ubisoft Montreal di emulare Rambo decidendo di affrontare i nemici di turno in completa solitudine, come ci mostra il famoso youtuber Westie nella video-dimostrazione realizzata in quel di Londra partecipando a una recente prova a porte chiuse.

Le missioni "Solo Situations" avranno obiettivi analoghi a quelli delle sfide in rete e, in mancanza di una campagna principale propriamente detta, permetteranno agli utenti di indossare i panni dei soldati appartenenti alle forze speciali di mezzo mondo per impratichirsi nelle delicate operazioni di salvataggio di ostaggi, di irruzione in bunker difesi dai terroristi e di disinnesco di bombe prima di immergersi nel comparto multiplayer.

Le missioni della modalità "Solo Situations", comunque, non saranno l'unica opportunità offertaci dagli autori canadesi per giocare il titolo in singolo: tutte le altre sfide del comparto multiplayer competitivo e le operazioni votate alla coperativa, infatti, potranno essere affrontare da soli tramite dei bot gestiti dalla CPU.

A questo punto non ci rimane che ricordarvi che Rainbow Six: Siege è atteso al lancio per il 1° dicembre di quest'anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

video | Westie, canale YouTube

Rainbow Six: Siege - svelata la data d'uscita

Articolo originario del 15 maggio 2015 - a cura di Michele Galluzzi

Cercando di fare un po' di concorrenza ai colleghi di Ubisoft Quebec e al loro Assassin's Creed Syndicate, gli sviluppatori canadesi di Ubisoft Montreal ci propongono un nuovo trailer in cinematica di Rainbow Six: Siege per annunciarci che il loro prossimo sparatutto simulativo tratto dai romanzi dell'indimenticabile Tom Clancy sarà disponibile a partire dal 13 ottobre di quest'anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Così come abbiamo avuto modo di scoprire in questi lunghi mesi passati a leggere le interviste e le dichiarazioni del team diretto da Mathieu Ferland, il progetto di Siege proverà ad evolvere il concept originario di Rainbow Six e le dinamiche sparatutto dei capitoli precedenti sfruttando le risorse computazionali delle nuove piattaforme per migliorare il motore fisico (specie nel modulo legato alla traiettoria balistica dei colpi sparati da ciascun personaggio a schermo), l'intelligenza artificiale dei soldati guidati dalla CPU e le dinamiche strategiche basate sul gioco di squadra.

rainbow-six-siege-10jpg

Grazie al lavoro svolto dagli autori canadesi, le missioni di cattura e di difesa degli ostaggi che ci terranno impegnati sia da soli che nelle lobby multiplayer di Rainbow Six: Siege avranno così luogo all'interno di arene di dimensioni variabili con migliaia di elementi distruttibili dello scenario e un numero indefinito di oggetti da utilizzare per erigere barricate e guadagnare un vantaggio tattico sulla squadra avversaria.

Anche per questo, le comunicazioni e gli ordini impartiti tra i diversi membri della propria squadra saranno di cruciale importanza per la vittoria della partita, ancor più delle armi in dotazione e degli elementi di equipaggiamento scelti in sede di creazione e customizzazione del proprio soldato.

  • shares
  • Mail