Flappy Bird rimosso da ogni store digitale, il creatore: “Non ce la faccio più”

Dong Nguyen ha deciso di rimuovere Flappy Bird da tutti gli store online: ecco cosa è successo

Uno fa tanto per guadagnarsi il successo e poi decide improvvisamente di rinunciarvi: è la storia di Dong Nguyen, creatore di Flappy Bird che sicuramente conoscerete visto che il gioco in questione ha avuto un successo strepitoso sia su iOS sia su Android. Pensate che soltanto con le pubblicità i guadagni si erano attestati a circa 50mila dollari al giorno: numeri stratosferici che dimostrano, ancora una volta, quanto puntare sui giochi per casual gamer non sia affatto sbagliato in un mercato videoludico ormai dominato da tablet e smartphone.

Le parole di Dong Nguyen sono state chiarissime su Twitter:

“Mi spiace, utenti di Flappy Bird, entro 22 ore Flappy Bird sarà down. Non ce la faccio più. […] Posso definire Flappy Bird un mio successo personale. Ma ha anche rovinato la mia semplice vita. Quindi ora lo odio”.

Non sappiamo in che modo Flappy Bird abbia rovinato la sua “semplice vita”, ma possiamo immaginare che lo sviluppatore abbia iniziato ad essere riconosciuto, a firmare autografi e così via, a tal punto da non riuscire più a vivere come prima. Molti sospettano che dietro a questo abbandono ci siano dei problemi legali importanti – Flappy Bird somiglia in modo impressionante a Super Mario -; Nguyen, però, ha smentito tutto:

“La rimozione non è connessa a problemi legali. Io semplicemente non ce la faccio più. […] La scelta dipende da come la gente usa il mio gioco. Ne stanno abusando”.

Dichiarazioni misteriose su dichiarazioni: qual è la verità?

Ti potrebbe interessare
WRC FIA World Rally Championship: video-dimostrazione dalla demo
Demo Guida Pc

WRC FIA World Rally Championship: video-dimostrazione dalla demo

Torniamo con immenso piacere ad occuparci di WRC FIA World Rally Championship per mostrarvi una video-dimostrazione realizzata dai colleghi dell’edizione portoghese di Eurogamer approfittando della diffusione, avvenuta venerdì scorso, della versione dimostrativa su Xbox 360 da parte dei ragazzi della casa di sviluppo milanese Milestone. Con il filmato in questione possiamo così apprezzare l’adrenalinica inquadratura

E3 2010: assegnati i Game Critics Awards
Nintendo 3DS Pc Ps3

E3 2010: assegnati i Game Critics Awards

E3 2010 Game Critics Awards: eravamo rimasti alle nomination di qualche giorno fa con Rage che aveva fatto la parte del leone portando via cinque candidature ai vari premi, tra le quali anche quella per il miglior prodotto dello show. Non avrà conquistato tutti e cinque i premi, ma il titolo sviluppato da id Software

Electronic Arts comanda le vendite in Gran Bretagna
Mercato Varie

Electronic Arts comanda le vendite in Gran Bretagna

Ok, facciamo un rapido resoconto dell’attuale situazione in Gran Bretagna, relativamente alle vendite nel settore che a noi più interessa, ossia quello videoludico. Ciò che balza immediatamente all’occhio è il dominio incontrastato dei primi due posti in classifica, occupati rispettivamente da Tiger Woods PGA Tour 10 e da Fight Night Round 4. Vero è che

Cooking Mama World Kitchen: annuncio e immagini per Nintendo Wii
Puzzle Screenshot

Cooking Mama World Kitchen: annuncio e immagini per Nintendo Wii

Cooking Mama ha avuto uno straordinario successo anche nel nostro Paese, come testimoniano le varie classifiche che vedono il secondo capitolo della serie su DS sempre ai vertici. Senza lasciarsi sfuggire la gallina dalle uova d’oro, Majesco ha annunciato Cooking Mama World Kitchen per Wii, fissandone la data d’uscita per il periodo natalizio. Il rilascio

Addio a Gary Gygax, creatore di Dungeons & Dragons
Brevi Segnalazioni Varie

Addio a Gary Gygax, creatore di Dungeons & Dragons

Gary Gygax, scrittore e game designer, si è spento ieri mattina all’età di 70 anni nella sua casa di Lake Geneva, nel Wisconsin. La sua salute era da tempo piuttosto instabile. Gary Gygax, nome forse sconosciuto a molti videogiocatori, è stato il creatore di Dungeons & Dragons, ed è universalmente considerato il padre dei giochi