Un ex-sviluppatore di Mafia ci mostra la tech-demo per un RPG next-gen

Un ex-sviluppatore di Mafia ci mostra un video next-gen

Daneil Vavra, game designer che ha contribuito alla realizzazione del primo, fantastico Mafia, ha fondato una software house chiamata Warhorse Studios e sta attualmente lavorando a un gioco di ruolo ad ambientazione medievale che gira su una versione pesantemente modificata di CryEngine 3.

Del gioco non si sa ancora praticamente nient’altro, ma è stata diffusa la prima video “tech demo” dalla durata di quasi dieci minuti, che trovate in apertura di questo articolo. A dire il vero il filmato non sembra essere capace di farci – come si dice in gergo – “cadere la mascella”, ma rappresenta comunque un interessante sbirciatina nel futuro prossimo della tecnologia videoludica.

Vavra ha inoltre aggiunto che questo gioco di ruolo ancora senza nome dovrebbe vedere la luce dei negozi a cavallo fra il 2014 e il 2015: questo ne fa un candidato ideale per uscire sulle nuove PlayStation 4 e Xbox 720, che per quella data dovrebbero essere sul mercato già da un pezzo.

Voci sulle console next-gen circolano ormai da mesi, e si parla di una possibile uscita fra un anno, entro il Natale 2013. Sicuramente ne sapremo di più fra qualche settimana, quando inizieranno le prime grandi manifestazioni videoludiche del nuovo anno.

Ti potrebbe interessare
Battlefield 3: annunciate modalità cooperativa, Team Deathmatch e altre caratteristiche
First Person Shooter Pc Ps3

Battlefield 3: annunciate modalità cooperativa, Team Deathmatch e altre caratteristiche

Dal suo blog ufficiale, EA DICE ha rivelato che l’attesissimo Battlelfield 3 godrà di succulente caratteristiche come modalità cooperativa nella campagna single-player, possibilità di sdraiarsi (considerata vitale dai veri appassionati), possibilità di mettere fuori uso temporaneamente i veicoli (invece di distruggerli definitivamente, ad esempio con un razzo), armi equipaggiabili su veicoli, modalità Team Deathmatch, implementazione

Aaron Greenberg: “Le case di sviluppo con Wii si sentono combattute, con X360 e Natal sono di famiglia”
Mercato Opinioni Xbox 360

Aaron Greenberg: “Le case di sviluppo con Wii si sentono combattute, con X360 e Natal sono di famiglia”

Aaron Greenberg, il direttore della divisione Xbox di Microsoft, nel corso di un’intervista concessa ai redattori di EDGE ha espresso il suo parzialissimo parere sulle opportunità e sul rapporto che le case di sviluppo terze riescono ad avere con la multinazionale di Redmond confrontandone i risultati, seppure in un modo decisamente antisportivo e fastidioso, con

Sony:  300 milioni di euro in meno di profitti sui videogiochi
Brevi Mercato Varie

Sony: 300 milioni di euro in meno di profitti sui videogiochi

La falce della crisi continua a mietere vittime illustri. Ai microfoni di GamesIndustry.biz, un rappresentante di Sony Corporation ha illustrato nel dettaglio l’andamento a dir poco lugubre del settore videoludico della multinazionale giapponese in quest’ultimo anno: le seppur prudenti stime d’inizio anno fiscale mostrano un disavanzo coi dati reali di vendita di ben 300 milioni

Baroque in un nuovo trailer
Senza categoria

Baroque in un nuovo trailer

Il gioco di ruolo Baroque, atteso dagli utenti Wii e PS2 per il prossimo marzo, si mostra in un nuovo trailer proveniente dalla terra del Sol Levante. Svliuppato da String Entertainment e prodotto da Atlus, Baroque è uscito originariamente su Saturn, e in Giappone ha addirittura ispirato una[…]

Per il DS solo demo tramite  Wii
Brevi

Per il DS solo demo tramite Wii

Purtroppo a quanto pare le recenti dichiarazioni al NY Times da parte di Reggie Fils-Aime sono state male interpretate. Infatti un “anonimo” collaboratore (ormai è decisamente di moda essere anonimi) ha rettificato quanto il CEO di Nintendo of America aveva lasciato intendere, vale a dire che sarebbe stato possibile scaricare direttamente su DS dei giochi

NiGHTS su Revolution?
Adventure Segnalazioni Varie

NiGHTS su Revolution?

Sembra che ci sia dell’interesse da parte di Sega e del creatore dell’originale, Yûji Naka, nel realizzare un seguito o una conversione dell’originale. C’è da dire che con il sistema di controllo che si ritrova, un gioco del genere ci starebbe come il cacio suoi maccheroni (che a me fa schifo – però mi rendo