Agli azionisti non piace la fusione Activision-Blizzard

Un gruppo di azionisti Activision ha denunciato l'azienda a seguito della fusione con Vivendi e Blizzard.

Secondo questi scontenti, l'operazione li avrebbe messi in una posizione sfavorevole di minoranza, poiché Vivendi ha raggiunto il 52% delle quote totali causando loro un potenziale calo di profitti.

Vivendi ha sborsato quasi due miliardi di dollari per assicurarsi la quota di maggioranza all'interno del gruppo.

[via Gamasutra]

  • shares
  • Mail